Veneto, bottega centenaria chiude: l'anziano artigiano si arrende alla crisi del commercio

veneto bottega

Veneto, bottega chiude dopo oltre 100 anni di attività. Il titolare getta la spugna, l'attività, ormai, non rende più. La storia in provincia di Venezia 

"Svendo tutto". Due parole mettono la parola fine a una storia lunga più di un secolo, una storia che in sé ne contiene altre dieci, cento, mille. Impossibile dire quanti destini si incrociano in una piccola bottega, che decide non solo le sorti di chi la gestisce, ma cambia le giornate anche di chi solo ne varca la soglia. Una chiacchierata, un saluto, un litigio nei giorni 'no': tutto questo è un negozio, nel termine più vintage del termine.

Il negozio inteso come luogo di incontro, di scambio, di dialogo, di confronto. Di idee, pensieri, fantasia. Quello che non può avvenire stando seduti, da soli, davanti allo schermo piatto di un cellulare, acquistando online su una delle miriadi app di shopping online. La vera causa della crisi del commercio, che sta portando verso la chiusura decine di attività a cadenza giornaliera.

La fine dell'anno è sempre un'occasione perfetta per gettate la spugna, approfittare dell'imminente festa, in cui tutti hanno bisogno di fare più economici acquisti, e svendere la merce già esposta in vetrina. Situazione in cui si trovano in tanti, commercianti costretti a cambiare mestiere, a cambiare vita. Troppo faticosa, quella del negoziante. Situazione in cui si trova il titolare di una attività di restauro in Veneto.

veneto bottega

Veneto, addio alla storica bottega: 120 anni di storia finiti, l'arte del restauro sparisce piano piano

Una storia, questa, lunga 120 anni, e finita oggi, nel 2023. Il negozio di cui vi raccontiamo si è occupato, per anni, di antiquariato e restauro di mobili e cornici. Un'attività artigianale, un'arte che bisognerebbe tramandare, e non lasciare che muoia, a poco a poco.
Siamo a poca distanza da campo San Barnaba, a Dorsoduro, uno dei sestieri di Venezia, in Veneto. Dopo quattro generazioni, il titolare di questa bottega storica si arrende ai tempi avversi, agli affitti impossibili, alle utenze esagerate. Cambia vita, cambia direzione. Lontano da un mestiere, quello del negoziante, che purtroppo nel nostro paese non ha più futuro.

LEGGI ANCHE >>> Lombardia, il datore di lavoro chiede il test QI: "Non meno di 80", lo sfogo sui social: "Per questa mansione non serve"