"Cercasi ragazza con voglia di lavorare", l'annuncio di lavoro sessista si smentisce da solo: la frase rivelatrice

"Cercasi ragazza con voglia di lavorare", l'annuncio di lavoro sessista si smentisce da solo: la frase rivelatrice

Un annuncio di lavoro sessista non è passato inosservato sul web: una frase in particolare mette a nudo l'illegalità della richiesta del datore.

Un annuncio di lavoro destinato a sole donne ha suscitato un'ondata di polemiche sul web, rivelando una problematica ancora radicata nel tessuto lavorativo del paese: il sessismo. Questo annuncio ci invita a riflettere sulla parità di genere in Italia, un tema che, nonostante i progressi fatti, continua a essere una sfida significativa. La questione della parità di genere nel mondo del lavoro in Italia è un percorso costellato di battaglie, conquiste e, purtroppo, anche di persistenti discriminazioni. Le donne italiane hanno lottato a lungo per il riconoscimento dei loro diritti, per l'accesso alle stesse opportunità professionali degli uomini e per una giusta valutazione delle loro competenze, indipendentemente dal genere.

Nonostante siano stati fatti passi avanti importanti, come l'introduzione di leggi per la parità salariale e contro la discriminazione sul lavoro, il cammino verso una piena parità di genere è ancora lungo. Le donne continuano a essere sottorappresentate in posizioni di leadership, a guadagnare meno rispetto ai colleghi maschi e a dover fronteggiare pregiudizi e stereotipi di genere. A volte, comunque, il sessismo avviene anche al contrario. Il caso dell'annuncio di lavoro sessista è quindi emblematico di una realtà più ampia, che ci obbliga a riflettere su quanto ancora ci sia da fare per garantire un ambiente lavorativo equo e inclusivo per tutti.

Annuncio di lavoro sessista: la frase che smaschera la contraddizione

Un datore di lavoro ha lasciato un annuncio su una piattaforma online in cui afferma di essere alla ricerca di una ragazza banconista. I requisiti richiesti sono i seguenti: massimo 30 anni di età, serietà e anche poca esperienza purché si abbia voglia di lavorare. I turni sono di 8 ore al giorno e il datore richiede il CV con foto. Innanzitutto, in Italia, per legge, il curriculum vitae può anche essere inviato senza la fotografia. Di conseguenza, la richiesta è quantomeno illegittima. Inoltre, diversi utenti del web hanno fatto notare che la richiesta di una specifica età non è casuale. Infatti, secondo alcuni, in questo modo il datore potrebbe stipulare un contratto di stage per risparmiare sul fisco.

Ma la cosa più grave, ahimè, è la richiesta di assumere soltanto donne. E l'illegalità di tutto ciò è esplicitata da una frase che è presente poche righe più avanti nell'annuncio: "Il presente annuncio è rivolto ad entrambi i sessi ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91". "Fa sempre ridere il fatto di leggere di persone che cercano ragazze per lavorare, con sotto scritta la normativa secondo cui l’annuncio è rivolto a persone di entrambi sessi", ha commentato con ironia una ragazza.

"Cercasi ragazza con voglia di lavorare", l'annuncio di lavoro sessista si smentisce da solo: la frase rivelatrice
Il testo dell'annuncio che si contraddice da solo

LEGGI ANCHE: Emilia-Romagna, datore offre lavoro con paga di circa 9 euro all'ora ma i candidati fanno notare un dettaglio dell'annuncio