Anastasia Ronchi scomparsa da 9 giorni. La mamma: "Deve prendere le sue medicine, aiutateci"

Anastasia Ronchi, scomparsa 2

Anastasia Ronchi è scomparsa da nove giorni da Viareggio: i genitori, disperati

Si è allontanata 9 giorni fa da Pavia senza soldi né documenti né, inoltre, smartphone. Anastasia Ronchi è scomparsa ormai da troppo tempo, e l’angoscia cresce di ora in ora. Ha portato con sé uno zainetto con dei vestiti, per cui potrebbe essersi cambiata d’abbigliamento in questi giorni di assenza da casa. Anastasia è bionda di un giallo tinto, con un po’ di ricrescita castana. Questa mattina i genitori della giovane sono stati intervistati in diretta da Storie Italiane, su Rai 1. 

A quanto pare, alcune amiche della giovane avrebbero coperto Anastasia in quella che sembra trattarsi di una fuga. Nessuna di loro parla, ma la famiglia della giovane è in forte apprensione: la paura che qualcosa di serio possa essere accaduto alla figlia li fa vivere in un incubo. “Deve prendere delle medicine, da mercoledì scorso ha interrotto le cure”, ha detto la mamma della ragazza su Rai 1. “Possono esserci conseguenze, siamo preoccupati per la sua salute. Era fragile, sia dal punto fisico che psicologico", dice la donna.

Anastasia Ronchi, scomparsa
I genitori di Anastasia Ronchi intervistati a Storie Italiane

 

Anastasia Ronchi, scomparsa da 9 giorni: iniziano ad esser troppi. Gli appelli della famiglia sui social

La sorella di Anastasia, Micol Ronchi, nota influencer, ha lanciato un appello sui social che sta ricevendo numerose condivisioni. Rivolto alla sorella, che chiama teneramente Tata, e a chi potrebbe trovarsi con lei. “Vi prego, fateci sapere qualcosa”, dice angosciata Micol.
Diverse le segnalazioni inviate alla famiglia della ragazza, una delle quali arrivata lo scorso 13 dicembre. Anastasia sarebbe stata vista in piazza Mercato a Viareggio, da una signora che ha poi contattato la famiglia della ragazza dopo aver visto sui social il loro appello per ritrovarla.

A quanto fa sapere il papà di Anastasia a Storie Italiane, la figlia sarebbe andata a Viareggio “per incontrare un tossicodipendente all’ultimo stadio che continua a negare di averla vista”.
I genitori avevano provato ad allontanata da questa persona e dalla stessa Viareggio: “Non può più stare in questa città, perché continuerebbe ad incontrare questo soggetto”.