Un Professore 2, intervista a Luna Miriam Iansante: dal legame con Claudia Pandolfi alla terza stagione

un professore 2 luna

La nostra intervista a Luna Miriam Iansante, Luna in Un Professore 1 e 2.

"Io e i miei colleghi non ci aspettavamo un riscontro del genere e tutti i messaggi che stanno arrivando, sono tanti complimenti". Così Luna Miriam Iansante, la travolgente e spigliata Luna in Un Professore su Rai 1, ha aperto la nostra chiacchierata insieme. The Truman Show è il suo film del cuore: "Non guardo mai i film più di una volta, con questo capita e e ogni volta scopro qualcosa di diverso". Saoirse Ronan è la sua musa e sogna di lavorare con Luca Marinelli un giorno. Ai provini pensavano andasse in giro per i camerini facendosi chiamare come il suo personaggio: in realtà è stata una pura e mera coincidenza che avessero lo stesso nome.

I suo futuro e ricco di incredibili sorprese, anche in Rai dopo il successo della serie stasera in onda con l'ultima imperdibile puntata, ma per questo ha la bocca cucita e assicura che molto bolle in pentola: "lavoro tantissimo, mi sposto da una parte all'altra come una trottola!". Le abbiamo rivolto una serie di domande e queste, sono state le sue risposte.

Un Professore 2: l'intervista a Luna Miriam Iansante

Luna sente e invia foto private ad uno sconosciuto che chiede di incontrarla: la attende con altri due ragazzi che tentano di farle del male. Come è stato per tutti voi girare quella scena?

"Una scena molto difficile da girare, sia a livello tecnico che emotivo. L'abbiamo girata in una notte per circa quattro ore. Quando ho letto la sceneggiatura ho capito quanto fosse delicata. Non ho mai mai vissuto una cosa così, mi ritengo molto fortunata a non esserci mai nemmeno andata vicino. Ho chiesto a persone che in qualche modo avessero vissuto una cosa del genere come ci si potesse sentire. Sono andata a ricercare delle emozioni e dei comportamenti mai sentiti: ho cercato di documentarmi nei limiti e soprattutto in questo periodo, si cerca di non essere 'molesti' sul set. I ragazzi erano dolcissimi, ma per rendere la scena il più realistica possibile sono stata io a dirgli di essere decisi. Dovevo dimenarmi, ma avevano paura di farmi male: per evitare equivoci e riuscire bene, sono stata io a dirgli di 'toccarmi' in un certo modo".

Come pensi sia cambiato il tuo personaggio dalla prima alla seconda stagione di Un Professore?

"La Luna di questa stagione resta un'adolescente in crescita, ma non è la stessa della precedente. Cerca di darsi delle risposte paragonandosi ai suoi coetanei, ma si ritrova spesso in un confronto al buio. Cade in questo tranello come molti giovani oggi: subisce la sua ingenuità. Vuole essere a tutti i costi accettata dai compagni, ma è lei la prima a non piacersi e giudicarsi. Vuole un ragazzo per trovare qualcuno che la accetti e la ami. Questo è il suo cambiamento più evidente".

Quanto vi somigliate tu e lei e chi ha scelto proprio il nome Luna per il tuo personaggio?

"C'è sempre qualcosa di me nei personaggi che interpreto. Tra me e lei oltre al nome, ci sono più differenze che cose in comune. Siamo entrambe spontanee e a tratti ingenue e molto socievoli, ma non ho mai ricercato troppe attenzioni oppure seguito la massa. Lavoro da quando ho sette anni e per questo sono cresciuta prima degli altri. Diventi un po' più responsabile, anche se mia mamma è stata molto brava e l'ho vissuta un po' come un gioco quando a sette anni dopo la scuola, ero in una sala a doppiare. Luna personaggio è forse meno matura e alla costante ricerca di consensi esterni. Ad una prova costume con Alessandro D'Alatri, regista della prima stagione di Un Professore quando mi sono presentata pensava lo avessi fatto già con il nome del personaggio che avrei avuto nella serie. In realtà è stata una pura coincidenza".

un professore

Il set, il gran finale e la terza stagione

Che aria si respira sul set? Come è stato conoscere Leo Gassmann e lavorare insieme ad Alessandro Gassmann e Claudia Pandolfi?

"Sul set è tutto magnifico: sono innamorata di questi ragazzi. Io ed Elisa (Laura nella serie, qui l'intervista) siamo molto amiche: siamo sempre insieme, vacanze comprese. Eravamo un po' spaventate dai nuovi ingressi: volevamo stare tranquille, senza astio. Siamo state fortunatissime perché sono ragazzi strepitosi. Facciamo aperitivi e guardiamo le puntate insieme. Leo Gassmann è parte del nostro gruppo ormai: un ragazzo squisito, carino e disponibile".

"Durante la prima stagione lo incontrai, si presentò e mi disse che era venuto per il papà, siccome era un periodo in cui per impegni vari si vedevano molto poco: questa cosa mi ha sciolto il cuore! Alessandro Gassmann e Claudia Pandolfi ci hanno insegnato e suggerito tante cose. Lui è simpatico, carino e alla mano. Claudia è la mia "amica al trucco". Ci incontravamo lì la mattina e abbiamo condiviso molto: dalla la musica a tante chiacchiere. Siamo parecchio in sintonia, c'è una sorta di follia che ci accomuna".

Tifi per Mimmo o per Manuel?

"Distaccandomi da Damiano e Domenico (Manuel e Mimmo nella serie), credo che per Simone sia meglio Mimmo adesso. Resto però del parere che il primo amore non si dimentica mai e Manuel lo è stato per Simone e lo rimarrà sempre".

"Alessandro D'Alatri come un papà"

Cosa ricorderai per sempre di Alessandro D'Alatri, regista venuto a mancare che ti ha scelta e diretta nella prima stagione del progetto?

"Tutti noi lo adoravamo, era sempre con il sorriso sulle labbra e ci ha voluti tanto. Io non sapevo i reali motivi del perché non fosse più regista nella seconda stagione e quindi gli ho mandato un messaggio durante le riprese dicendogli che mi mancava molto, senza nulla togliere all'attuale regista Alessandro Casale. Non mi ha risposto. Non ci ho prestato molta attenzione per non amareggiarmi: un mese dopo è venuto a mancare e non l'ho più visto. Di lui ricordo l'infinita tenerezza: con noi sul set era davvero come un papà e ho pianto tutto il giorno quando l'ho saputo".

Puoi anticiparci qualcosa sul finale e sul futuro di Un Professore?

"Sarà un finale coinvolgente. Un Professore merita una terza stagione e lo speriamo tutti, ma non sono a conoscenza di nulla in questo momento".

LEGGI ANCHE>>>Un Professore 2, intervista a Khadim Faye: "Il finale non sarà scontato, vi svelo perché"