Emilia-Romagna, il piccolo borgo dove il presepe ha due Gesù bambino: il motivo è tenerissimo

emilia-romagna presepe 1

Emilia-Romagna, viaggio nel borgo in provincia di Modena in cui il presepe quest'anno avrà due Gesù bambino: un maschietto e una femminuccia

Intorno a questo piccolo borgo si è provato a sollevare una polemica, che, però, non trova alcun fondamento. Siamo in Emilia-Romagna, nel piccolo e grazioso borgo storico di Fiumalbo, sull'Appenino Modenese. Come tante realtà simili a questa, sparse lungo tutto lo Stivale, anche a Fiumalbo ogni anno si organizza il presepe vivente. Una tradizione bellissima, che coinvolge le comunità, restituisce il vero significato del Natale, ovvero lo spirito di condivisione, il bello di vivere insieme le feste, nella piena armonia.
Succede in tutte le regioni d'Italia (un esempio bellissimo, quello del presepe di Casole d'Elsa, in Toscana, di cui vi abbiamo raccontato in questo articolo) che il bambin Gesù, il vero protagonista di questi eventi, sia interpretato dall'ultimo nato, o dall'ultima nata del paese. Il neonato che tutti hanno accolto, in realtà che di solito sono popolate da pochi abitanti. E dove, dunque, il nuovo arrivato è salutato con grande gioia, proprio perché accresce un numero altrimenti destinato a restar fermo.

A Fiumalbo, in particolare, i residenti sono poco più di 1000: tutti conoscono tutti, e possiamo solo immaginare con quanta gioia sia stata accolto l'arrivo di Sara e Giacomo, rispettivamente 6 e 4 mesi, nati in questa località dell'Emilia-Romagna, nel corso del 2023. L'amministrazione locale ha quindi scelto di coinvolgere entrambi i piccolini nel presepe vivente che dal 1984 si allestisce in paese, come vuole la tradizione. Circa 250 i figuranti che reciteranno in tutte le scene del presepe, evento splendido che ogni anno attira anche molti visitatori. Ebbene, intorno alla questione dei due bambin Gesù, un maschio e una femmina, qualcuno ha provato a sollevare una polemica. Che però, di fatto, non ha alcun fondamento.

emilia-romagna presepe (1)
Fiumalbo

Emilia-Romagna, il presepe vivente con due bambin Gesù

Il 24 dicembre, Vigilia di Natale, Gesù bambino sarà interpretato dalla piccola Sara, mentre il 6 gennaio, giorno dell'Epifania, sarà la volta di Giacomo. Una bella soluzione adottata dal comune, che spiega: "La tradizione vuole che Gesù sia scelto tra i bambini nati dell'anno corrente, fatta eccezione di quelli nati da poco, perché si tratta di una serata fredda. La scelta su chi interpreta Gesù bambino nel presepe, è fatta a seconda di chi nasce. A volte è sempre stata solo una bimba, altre volte solo un bimbo. Stavolta, i due più grandi erano Sara e Giacomo: non ci siamo sentiti di fare una scelta tra i due, e quindi abbiamo coinvolto entrambe le famiglie, che hanno dato la loro piena disponibilità, facendo una sera per uno".

Semplice: la polemica, che qualcuno ha provato a sollevare, circa una presunta scelta, da parte d Fiumalbo, orientata alla cultura dell'eliminazione del genere, non ha alcun fondamento in questa realtà. Così bella e pura, che provare a macchiare con illazioni e strumentalizzazioni, è solo una perdita di tempo.

LEGGI ANCHE >>> "Non so per quanto ce la farò, esaudisci il mio unico desiderio", la commovente letterina di una signora a Babbo Natale sull'albero nella stazione di Napoli Centrale