Benedetta Rossi, il segreto per preparare il baccalà fritto: è un ingrediente

Benedetta Rossi Baccalà Fritto

Il baccalà fritto in pastella è immancabile al cenone della Vigilia di Natale. Il segreto per un piatto delizioso è nella preparazione della pastella. Lo ha svelato Benedetta Rossi nella sua ricetta natalizia.

Quando si avvicina il Natale, le strade si riempiono di luci scintillanti, le case di decorazioni e i cuori di un calore speciale. Ma c'è un'altra tradizione che riempie l'aria di un profumo inconfondibile: il baccalà fritto in pastella, un piatto che evoca ricordi e unisce le famiglie intorno a tavole imbandite.

Benedetta Rossi baccalà fritto
Il baccalà fritto in pastella di Benedetta Rossi.

 

Il segreto del baccalà fritto di Benedetta Rossi

Il segreto di un buon baccalà fritto in pastella risiede nell'equilibrio perfetto tra la croccantezza esterna e la morbidezza interna del pesce. La pastella, leggera e fragrante, avvolge il baccalà in un abbraccio dorato, trasformando un semplice pesce in un piatto da festa. Il segreto di Benedetta Rossi per un'ottima pastella è la temperatura dell'acqua frizzante: "Deve essere bella fredda!". Vediamo la ricetta nel dettaglio.

Ingredienti:

  • Acqua frizzante (fredda) 300ml
  • Farina 220g
  • 1 scorza di limone (grattugiata)
  • Baccalà 500g
  • Olio per friggere q.b.

Preparazione:

  1. Iniziamo preparando la pastella. Versate dell'acqua frizzante molto fredda in una ciotola e incorporate gradualmente la farina, mescolando delicatamente con una forchetta per evitare la formazione di grumi.
  2. Successivamente, aggiungete la buccia grattugiata di un limone, mescolando il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
  3. A questo punto, ponete una padella sul fuoco e scaldate l'olio di frittura. Ricordate che la temperatura ideale per friggere è di circa 170 °C.
  4. Nel frattempo, preparate i filetti di baccalà, che dovrebbero essere già ammollati e dissalati.
  5. Infine, immergete i filetti nella pastella, girandoli con cura per assicurarvi che siano completamente ricoperti su tutti i lati.
  6. Appena l'olio raggiunge la temperatura desiderata, immergete con attenzione i filetti di baccalà e lasciateli friggere finché non assumono un colore dorato, girandoli occasionalmente (il processo dovrebbe richiedere più o meno 5 minuti).
  7. Una volta che i filetti di baccalà sono ben fritti, estraeteli con cautela e adagiateli su un foglio di carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso.
  8. Impiattate il baccalà ancora caldo con qualche fettina di limone!

L'arte della frittura è nella saggezza popolare

Il baccalà ha radici storiche antiche nell'alimentazione mediterranea. Questo pesce era apprezzato per la sua lunga conservabilità e versatilità in cucina. Con il passare dei secoli, il baccalà è diventato un alimento fondamentale per molte popolazioni, specialmente durante i periodi di magro come la Quaresima e il Natale, quando la Chiesa proibiva il consumo di carne. In questo contesto, la pastella diventa non solo un modo per insaporire il pesce, ma anche un simbolo di festa e abbondanza, in contrasto con la semplicità dei giorni di digiuno.

Leggi anche: Natale, le 3 cose da sapere assolutamente per non ingrassare che cambieranno il tuo atteggiamento durante le feste