Milano, il Natale dei poveri alla mensa: "Quest'anno ne siamo tantissimi...", cifre drammatiche

milano natale poveri (1)

Milano: la desolazione del Natale per migliaia di poveri in fila al Pane Quotidiano, la mensa che tutti i giorni offre un pasto caldo ai più bisognosi

Un mondo affatto lontano da noi, popolato da sempre più persone, che affollano, tragicamente, le fila delle mense. Accade in tutta Italia, e come ogni anno i riflettori di giornali e tv si accendono solo alle feste comandate. A Natale, a Pasqua, a Ferragosto: ci si ricorda di loro, dei poveri, solo di tanto in tanto, quando lo spettatore, il lettore, è emotivamente esposto. Ma l'emergenza di queste persone dura tutto l'anno, 365 giorni su 365, a tempo fisso, ed indeterminato.

La povertà in Italia avanza: ne abbiamo parlato nel dettaglio nel corso dell'intervista ad Alleanza contro la povertà, a commento dei drammatici dati Istat che raccontano di una situazione di miseria crescente nel nostro paese, crescente in maniera davvero allarmante. Notizie sommerse, notizie che fanno poco scalpore, che occupano la prima pagina per qualche ora, per poi essere spazzate via dal trend imperante, dalla polemica del giorno, dalla moda del momento. Ma, e va ribadito mille volte, la povertà resta, si stratifica, e si annida in tutta la società.

Lo specchio di questa situazione è la lunghissima fila che tutti i giorni si forma all'esterno delle mense di tutto il Paese. Quelle che destano più scalpore sono quelle di Milano, e il perché è ovvio: la città più cosmopolita ed europea d'Italia, quella in cui vivere al centro è impossibile per i prezzi proibitivi. Milano ricca, Milano da bere, Milano dell'alta moda. E poi c'è la Milano dei senzatetto, dei disperati, degli affamati. Pane Quotidiano è il nome della Onlus che tutti i giorni dà da mangiare a migliaia di bisognosi, fondata nel capoluogo lombardo, pensate, nel 1898. Le parole di chi collabora in questa realtà sono drammatiche.

milano natale poveri


Milano, il Natale dei poveri bisognosi: "Purtroppo quest'anno siamo di più"

Le telecamere di Mattino5 sono andate a riprendere quelle centinaia di gambe, in attesa di ricevere la colazione al Pane Quotidiano, che formano la lunga fila dinanzi alle sedi delle mense.
"Abbiamo a Milano due sedi, una in Viale Toscana, e l'altra in Viale Monza. Purtroppo, da quest'anno raggiungeremo un numero di ospiti giornalieri intorno al milione e 300mila, con un incremento del 15% rispetto allo scorso anno". "Gli italiani quanti sono?", chiede il giornalista della trasmissione Mediaset. "Gli italiani rappresentano il 25-30% degli ospiti. Ma", specifica il volontario, "non sono diminuiti. Il numero è, anzi, aumentato, ma essendo aumentato ancor di più anche il numero degli ospiti stranieri, la percentuale resta sbilanciata verso questi ultimi". La mensa resta aperta anche domenica 24, la Vigilia di Natale, e lunedì 25, il giorno di Natale. "Vogliamo regalare, per quanto sia possibile, un sorriso e un giorno diverso ai nostri ospiti, offrendogli del panettone e qualcosa di diverso", conclude il volontario.

LEGGI ANCHE >>> Povertà, la drammatica testimonianza di un anziano: "Quanto mi danno di pensione", impossibile vivere così