Napoli, a Natale l'atmosfera è magica: itinerario nel centro storico

Napoli itinerario

Nel periodo natalizio molte città che sembrano assopite riprendono vita, mentre altre semplicemente esplodono. È il caso di Napoli e la celebre San Gregorio Armeno, la strada dei presepi. Ecco l'itinerario nel centro storico.

Itinerario nel centro storico di Napoli

Il centro storico di Napoli a Natale diventa magico. Qui, tra le altre cose, si può visitare San Gregorio Armeno: la famosissima strada dei presepi con le botteghe antichissime. Ecco la proposta di itinerario per una passeggiata magica.

Napoli itinerario
San Gregorio Armeno, la famosa strada dei presepi a Napoli.

 

Si parte da piazza Cavour, nel famoso e super autentico rione Sanità. Qui è obbligatorio provare il famoso fiocco di neve di Poppella e magari anche una sfogliatella, per non farsi mancare niente. A pochi passi c'è il Palazzo dello Spagnuolo, un suggestivo edificio storico ed esempio più significativo di barocco napoletano in città. Proseguendo per via Duomo la seconda tappa è il Duomo di Napoli, dove ogni anno si celebra il famosissimo miracolo di San Gennaro. Infatti all'interno ospita la cappella del tesoro del Santo, la quale custodisce il sangue del patrono. Continuando a scendere via Duomo si arriva a Spaccanapoli, la famosa strada che spacca la città a metà, fenomeno ben visibile dalla Certosa di San Martino, al Vomero. È una delle traverse di Via Duomo, proprio di fronte al murales di San Gennaro dipinto da Jorit, che segna l'inizio del quartiere Forcella.

Camminando per Spaccanapoli si arriverà a piazza Gerolomini, che ospita una delle tantissime opere di Bansky in città: “La madonna con la pistola”, una denuncia sociale che rappresenta il contraddittorio legame tra la criminalità organizzata e religione. Una volta qui, la prossima tappa è San gregorio Armeno, la celebre strada dei presepi che pullula di botteghe artigianali. Qui ci sono i presepi più belli del mondo, tra tradizione e innovazione. La quinta tappa dell’itinerario è la Cappella Sansevero, uno dei musei più famosi di Napoli contenente l’opera di Giuseppe Sanmartino, “Il Cristo Velato”, la celebre scultura che ispirò Canova e che ha ispirato Jago. Proseguendo per via Benedetto Croce, è impossibile resistere al fascino del Chiostro di Santa Chiara, un vero e proprio museo a cielo aperto ricco di dipinti e decorazioni uniche.

Napoli itinerario
Il Murales di Maradona ai Quartieri Spagnoli, Napoli.

Da qui, se si ha ancora tempo, prendendo la metro da Dante per Toledo, oppure camminando un po’, si può continuare la visita nei Quartieri Spagnoli visitando il Murales di Maradona. Infine, si può proseguire verso il mare da Piazza Plebiscito verso Via Caracciolo. Qui, se si è fortunati, si avrà l'onore di provare la famosissima "limonata a cosce aperte".

Leggi anche: Emma Marrone, fa gli auguri a una persona speciale: super romantici a Napoli