Lombardia, la crisi chiude un negozio dopo un secolo di attività: "L'online ci sta distruggendo"

lombardia negozio

Lombardia, la crisi chiude un negozio durato quasi un secolo, l'amarezza dei clienti: "L'online è la rovina del commercio"

Anche in Lombardia si registra un fenomeno che prende sempre più piede, in tutte le regioni d'Italia: la crisi del commercio. Storiche attività che chiudono i battenti, arrendendosi alle innumerevoli fatiche che rappresenta, nel 2023, possedere un esercizio commerciale. Una quotidiana lotta contro mille ostacoli, che trasforma in un supplizio la ridente attività del negoziante. A cominciare dal carovita, che costringe le persone a tirare sempre di più la cinghia, risparmiando su tutto. Passando per gli affitti sempre più cari, così come le utenze, divenute insostenibili.
In uno scenario di povertà diffusa, il vero nemico è il commercio online, che chiude, uno dopo l'altro, il negozio fisico. La bottega, la boutique, il magazzino. Parole che rischiano di estinguersi, non più di moda. L'app, il sito web, il social network: contro questo mondo senza limiti, a nulla valgono gli sforzi del più solerte dei commercianti. Che finisce, stremato, col cedere la sua attività.

lombardia negozio 3

Lombardia, chiude lo storico negozio di calzature: serrande abbassate dopo un secolo di attività

Da mesi Tuttonotizie intercetta e racconta storie di resa del commercio, davvero da ogni angolo della Penisola. L'ultima chiusura è avvenuta a Varese, Lombardia. Ogni storia che finisce è una piccola grande perdita, ma, certo, se a chiudere è un negozio storico, il dispiacere è raddoppiato. A salutare i suoi clienti è il negozio Molinari calzature. Le sue vetrine svettano tra piazza Repubblica e via Avegno, a Varese, da ben 93 anni. Un secolo, quasi, di attività, arrivato alla sua terza generazione, chiuso, nel 2023. Impossibile andare avanti: "Internet è la rovina del commercio", commentano i cittadini.

Un pezzo di storia, e di identità, di Varese, va via. Un pagina importante del commercio storico della Lombardia cede ai colpi mortali del progresso, quello che mira a eliminare ogni negozio fisico, che non sia parte del circuito della ristorazione. Un lento ma progressivo stillicidio, che si perpetua nell'indifferenza più totale, e senza alcuna speranza di interventi contro un settore che collassa giorno dopo giorno. Annunci del genere lasciano l'amaro in bocca, specie in chi, nell'idea di commercio 'vecchio stampo', ancora ci crede. Tante le storie simili a questa, che si scrivono tutti i giorni.

SEI ANCHE TU UN COMMERCIANTE IN CRISI? SCRIVICI AL SEGUENTE INDIRIZZO: posta@tuttontizie.eu
RACCONTEREMO LA TUA STORIA

LEGGI ANCHE >>> Marche, negozio chiude dopo un secolo di attività: "Commerciante? Un mestiere che nessuno più vuol fare"