Un Professore 2, Elisa Cocco è Laura: intervista sul gran finale, terza stagione e retroscena

un professore 2

La nostra intervista a Elisa Cocco, che in Un Professore 2 interpreta il ruolo di Laura.

Il suo film del cuore è Lady Bird di Greta Gerwig, ma cambia a seconda dei periodi e ne ha vari nel suo album personale: "Non potrà mai essercene solo uno per chi sogna questo lavoro", ha detto durante una chiacchierata molto piacevole. Tra le attrici che ammira spicca sopra tutte Meryl Streep, ma ammette di non voler cadere nel banale e aggiunge in  seguito nomi del calibro di Olivia Colman, Emma Stone, Valeria Golino e Cate Blanchett. Nel suo futuro ci sono innumerevoli progetti in ballo, ma ci tiene a mantenere la bocca ben cucita senza svelare troppo.

Lei è Elisa Cocco, che nella fortunatissima fiction Rai Un Professore, interpreta il ruolo della prima della classe, l'allieva Laura. Nella prima serie era la fidanzata di Simone, figlio del professore Dante Balestra. Poi è arrivato Pin e ora, è un'amica fedele e presente al fianco della compagna di classe Luna. Nel corso della penultima puntata abbiamo assistito ad una scena molto forte in cui era una delle protagoniste. Siamo partiti proprio da lì per conoscerla meglio e sapere di più sulla serie in assoluto più amata in questo momento.

un professore
Elisa Cocco nei panni di Laura

Un Professore 2: Elisa Cocco, Laura e il suo rapporto con il resto del cast

Luna, l'amica di Laura accetta di incontrare uno sconosciuto che insieme a due amici, tenta un approccio indesiderato e violento. Per fortuna giungono i suoi compagni di classe e il professore, che la salvano da una situazione che stava per diventare davvero molto pericolosa. Il giorno dopo Dante ha tenuto una lezione proprio incentrata sulla violenza e sulle donne che quotidianamente perdono la vita.

Come hai vissuto le riprese e con che occhi hai guardato il tutto nelle vesti di spettatrice, in un momento tanto delicato?

"Una scena particolare e molto delicata: ci abbiamo messo tanto a realizzarla, con tante prove di movimenti e delle battute. Noi attori e il regista ci tenevamo siccome tutto l'episodio ruotava attorno al tema della violenza sulle donne. Una scena delicata che è uscita in un momento altrettanto particolare. Per fortuna non è mai capitata una cosa del genere a me, nemmeno ad una mia amica: è stato difficile, ma abbiamo fatto del nostro meglio. Per noi è stato toccante e spero gli spettatori l'abbiano sentita. Io e Luna siamo molto amiche anche nella realtà: questa cosa ha aiutato di più per creare una certa empatia sul set e durante la ripresa di quella scena".

un professore 2
Un frammento della scena

 

Che aria si respira sul set, con un cast tanto giovane e variegato?

"C'è una bella sintonia: è come se ci conoscessimo da una vita. Ci sono stati dei nuovi ingressi quest'anno, ma ci siamo trovati tutti benissimo. Si è creato un bel gruppo, in amicizia e a livello lavorativo. Sul set siamo sempre partecipi e di supporto, osserviamo e ci diamo consigli. Questo non è assolutamente scontato ed è molto importante, soprattutto alle prime esperienze. Leo Gassmann è entrato nella famiglia, anche se lo è già in tutti i sensi. Ci stiamo vedendo anche per guardare la serie insieme. Spesso prima dei ciak pensiamo già al dopo, magari ad un bell'aperitivo, come sempre tutti insieme".

Passando alla parte 'senior', come è stato invece scoprire che avresti lavorato con nomi come Gassmann e Pandolfi?

"Quando ho saputo che il protagonista sarebbe stato Gassmann non ci potevo credere. Il provino che ho fatto era proprio per una scena con lui: ero in ansia e temevo di non essere all'altezza. Alla fine Alessandro e anche la Pandolfi sono come noi. Ci hanno messo subito a nostro agio, ci hanno dato tanti consigli e sono stati preziosi. Alla fine c'è tanta sintonia e anche improvvisazione: è una serie, ma alla fine è come sbirciare in una classe di un liceo nel pieno centro di Roma".

Come hai vissuto il cambiamento del tuo personaggio dalla prima alla seconda stagione?

"Laura è cresciuta molto dopo la prima stagione. Dopo essersi lasciata con Simone lei non riusciva a reagire, con Pin abbiamo visto qualcosa, ma adesso con la sua amica Luna e l'aiuto che le ha dato, Laura si è messa da parte per qualcun altro. Dopo l'abbandono di Pin si è sentita di dover andare avanti per un po' da sola. La fine di un amore non è mai la fine del mondo: c'è pur sempre l'amicizia".

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Elisa Cocco (@elysacocco)

Elisa Cocco sul finale, la terza stagione e il ricordo di Alessandro D'Alatri

Giunti a questo punto della trama, chi pensi vada meglio per Simone: Manuel o Mimmo?

"Rispondo da Elisa e non da Laura: vado controcorrente e dico Mimmo. Per Simone forse adesso rappresenta maggiore stabilità".

Come avete vissuto la scomparsa di Alessandro D'Alatri, che ha diretto la prima serie di Un Professore?

"Non smetterò mai di ringraziare D'Alatri: è stato colui che ha scoperto me e gli altri giovani attori nel cast. Voleva credere in nuovi talenti, pieni di sogni e farli conoscere a tutto il pubblico. Ha lottato per noi e io non sarei qui senza di lui. Che non ci fosse più lo abbiamo scoperto durante le riprese della seconda stagione. Sapevamo che non stesse benissimo, ma non ci aspettavamo quel finale. Per noi è stata una brutta botta, ma questo lutto ci ha uniti ancora di più. Noi tutti gli siamo debitori e conserveremo sempre i ricordi più belli".

Ci sarà una terza stagione di Un Professore e cosa dobbiamo aspettarci da questo finale?

"Pensate di aver visto, ma ancora deve arrivare tanto altro: sarà sorprendente. Una terza stagione? Ci spero. Noi allievi di Dante Balestra dobbiamo arrivare al quinto anno e fare la maturità. Se l'aspettano i fan e naturalmente, anche noi".

LEGGI ANCHE>>>Davide Di Vetta è Matteo in Un Professore 2: Così ho convinto anche Paola Cortellesi