Bologna, il cartello nel condominio con la minaccia per i residenti incivili: "Se la cosa si ripete,..."

Bologna, il cartello nel condominio con la minaccia per i residenti incivili: "Se la cosa si ripete,..."

Un cartello affisso in un condominio di Bologna per redarguire i condomini incivili con un'insolita minaccia ha fatto rapidamente il giro del web.

La convivenza in un condominio può trasformarsi in un vero e proprio teatro di tensioni e conflitti. Il condominio, infatti, è un contesto in cui le diverse abitudini dei vari residenti si intersecano, creando terreno fertile per disappunti, soprattutto quando si tratta di gestire gli spazi comuni. La gestione degli spazi comuni, come scale, cortili, ascensori e aree verdi, infatti, è uno dei principali motivi di attrito. Ogni condomino, in base alle proprie regole e consuetudini, ha la propria visione di come questi spazi dovrebbero essere utilizzati e mantenuti, e le divergenze in queste opinioni possono facilmente sfociare in accese discussioni.

Per esempio, questioni relative alla pulizia delle aree comuni o all'utilizzo di spazi per parcheggiare biciclette o passeggini possono creare malumori e discussioni interminabili che possono sfociare anche in forti attriti, risse e battaglie giudiziarie. Altri motivi di litigio tra i condomini riguardano spesso il rumore e il rispetto degli orari di riposo. Gli schiamazzi notturni, la musica o la TV ad alto volume, per esempio, sono altri motivi che spesso generano attriti tra i condomini. Molto spesso, per evitare discussioni del genere, basterebbe seguire le regole del vivere civile e rispettare il prossimo. Tuttavia, come è successo in un condominio di Bologna, a volte è necessario prendere misure drastiche per fermare comportamenti incivili.

Il cartello del condominio di Bologna con la minaccia per gli incivili

Qualora i comportamenti incivili dei condomini che non hanno rispetto del prossimo si protraggano nel tempo, è necessario intervenire. Così, in un condominio di Bologna, alcuni residenti hanno affisso sul muro di uno spazio in comune un cartello con una minaccia per i condomini incivili. Il cartello ricorda agli incivili alcune regole da rispettare per rendere buona la convivenza tra i condomini. Innanzitutto, "è severamente vietato fare salotto con gli amici nell'atrio del portone". In effetti, si tratta di un luogo di passaggio che non è adatto a ospitare lunghe chiacchierate e incontri tra amici.

Infatti, come ricorda il cartello, "l'altro è sempre sporco". Poi, viene ricordato che "il muro di fianco all'ascensore non è una lavagna". Probabilmente, qualche condomino incivile è solito imbrattare i muri del condominio con frasi, scritte o disegni. Infine, arriva la minaccia qualora i comportamenti incivili non si interromperanno. "Se la cosa si ripete, saremo costretti a dare comunicazione all'ACER". Il riferimento è all'Azienda Casa Emilia-Romagna della Provincia di Bologna, un ente pubblico che, tra l'altro, si occupa della gestione dei servizi condominiali.

Bologna, il cartello nel condominio con la minaccia per i residenti incivili: "Se la cosa si ripete,..."
Il cartello affisso sul muro in comune di un condominio di Bologna Facebook / Cartelli e dintorni

LEGGI ANCHE: Salerno, spunta un cartello in rima per il padrone che fa fare i bisogni al cane per strada e non pulisce: "Nel mezzo del cammin di questa via..."