Il politologo Marco Revelli sulla condanna per il gioielliere: "Pesante ma non ci si fa giustizia da soli"

Il politologo Marco Revelli sulla condanna per il gioielliere: "Pesante ma non ci si fa giustizia da soli"

Ospite di Nicola Porro a Stasera Italia, Marco Revelli ha espresso la sua opinione sulla condanna per il gioielliere che ha ucciso due rapinatori.

17 anni. Questa è la condanna per Mario Roggero, il gioielliere che ha sparato e ucciso i due ladri che hanno derubato il suo negozio, ferendo gravemente il terzo. Due omicidi e un tentato omicidio, quindi, hanno spinto la Corte d'Assise di Asti a condannare il gioielliere di Grinzane nel Cuneese. Il pm ha parlato di una vera e propria esecuzione in quanto il gioielliere è uscito dal negozio, ha inseguito i criminali e ha sparato per uccidere. Caduta, quindi, l'attenuante della legittima difesa. 

Immediata è stata la solidarietà del leader della Lega Matteo Salvini che, con un posto su X, ha affermato che il gioielliere ha difeso la sua vita e che "a meritare il carcere dovrebbero essere altri". "Roggero pensava di doversi scontrare ad armi pari per liberare la moglie dalla stretta dei rapinatori", ha insistito il legale del gioielliere.

Marco Revelli sulla condanna per il gioielliere

Il politologo Marco Revelli, ospite a Stasera Italia di Nicola Porro, è intervenuto sulla vicenda del gioielliere Mario Roggero. "La condanna è indubbiamente pesante e dobbiamo tenere conto delle circostanze, dei precedenti, della tensione psicologica a cui la persona in questione era sottoposto", ha spiegato Revelli riferendosi alla personalità paranoide del gioielliere individuata dagli psichiatri e dovuta a una precedente rapina subita.

"Ma rimane il principio che non ci si fa giustizia da soli e men che meno si può fare vendetta", ha affermato il politologo che ha marcato il fatto che alla sentenza ha partecipato anche una giuria popolare. "Credo che abbiano pesato le immagini delle telecamere, non si tratta di legittima difesa sicuramente, il gioielliere esce dal suo negozio impugnando l'arma, insegue i banditi che banditi erano, arriva a distanza ravvicinata e spara", ha concluso Marco Revelli.

LEGGI ANCHE: Governo spaccato per le elezioni europee, l'affondo di Forza Italia contro Salvini: "Sta sbagliando"