Piemonte, 17 anni di carcere al gioielliere che sparò e uccise due ladri: non fu legittima difesa

piemonte gioielliere

Piemonte, il gioielliere di Grinzane Cavour che sparò a due ladri, uccidendoli, è stato condannato a 17 anni di carcere 

La Corte d’assise di Asti ha condannato a 17 anni di carcere Mario Roggero, il gioielliere di Grinzane Cavour, Piemonte, nel 2021 sparò a due ladri che erano entrati nel suo negozio per rapinarlo, uccidendoli. Roggero inseguì i due rapinatori all'esterno del locale, e li colpì con i proiettili di un revolver. Due di loro morirono, mentre un terzo rimase ferito. Il caso, su cui si è a lungo discusso per la spinosa questione della legittima difesa, si conclude oggi, con una sentenza che fa discutere. I giudici si sono pronunciati oggi, lunedì 4 dicembre: una pena più severa anche di quella che in un primo momento aveva chiesto il pubblico ministero (14 anni).

Piemonte, gioielliere condannato a 17 anni di carcere per aver ucciso due ladri

Oltre alla pena carceraria, è stato disposto per le famiglie delle vittime, costituitesi parti civili, un risarcimento provvisionale di circa 460mila euro. All'imputato sono state concesse le attenuanti generiche, e quella dell’aver agito dopo provocazione.
Prima dei fatto tragici del 2021, un precedente episodio molto simile. Nel 2015 Roggero aveva subito una violenta rapina, nel corso della quale due malviventi lo picchiarono, rompendogli il setto nasale.

Ciò non è bastato: il revolver usato dal gioielliere non poteva essere portato all'esterno dell'esercizio commerciale. Accolta, perciò, la proposta dell'impianto della Procura, che aveva accusato l'imputato di duplice omicidio volontario, tentato omicidio e porto abusivo d’arma.

LEGGI ANCHE >>> Firenze, commercianti ostaggi dei ladri: "Furti seriali, così non si può continuare"