Filippo Turetta, la fioraia del paese: "Acquistava rose rosse per Giulia"

filippo turetta fioraia

Filippo Turetta, l'intervista alla fioraia: "Le comprava sempre una rosa rossa"

Nell'inevitabile giostra mediatica che si muove, vorticosa, intorno a un caso di cronaca che ha particolarmente scosso l'opinione pubblica, ogni dettaglio serve. A sfamare il pubblico morboso, a soddisfare le mille curiosità che nascono nello spettatore sempre più esigente. In questa direzione vanno le interviste a tutti coloro che conoscono Filippo Turetta, il killer di Giulia Cecchettin, uccisa a 22 anni a un passo dalla laurea.

Filippo Turetta, l'intervista alla fioraia: "Quando l'ho riconosciuto in tv..."

Chi l'ha visto?, programma di Rai 3 condotto dalla giornalista Federica Sciarelli, ha intervistato la fioraia dove Turetta era solito acquistare dei regali floreali per Giulia. La donna è apparsa apprensiva, preoccupata di dire la cosa giusta davanti alle telecamere, inciampando spesso nel dialetto veneto. "Quando l'ho visto in televisione...", esordisce la commerciante, che racconta il suo sgombento nell'aver riconosciuto, su tutti i canali, quello che fino a qualche giorno fa era uno dei suoi clienti abituali. Uno dei tanti, improvvisamente assassino.

filippo turetta fioraia
La fioraia intervistata da Chi l'ha visto?


La giornalista le chiede cosa fosse solito acquistare lì Turetta. "
Rose rosse, mi chiedeva di tagliare il gambo corto perché potesse entrare nello zaino. Io, poi, ci infilavo un nastrino intorno. Mai avrei immaginato che...". Le parole sono difficili da pronunciare. Come se ancora non credesse neppure lei a quel che è poi accaduto.

L'autopsia sul corpo della povera Giulia è ancora in corso: a quanto pare, ad uccidere la studentessa 22enne di Vigonovo, sarebbe stata una ferita in particolare. Una coltellata che l'avrebbe raggiunta sul collo, e che sarebbe bastata a recidere la vena aorta. Un decesso, quindi, sopraggiunto per dissanguamento. Ieri, un nuovo interrogatorio di Turetta, rinchiuso nel carcere di Montoro, in provincia di Verona. Si attende l'incontro con i genitori, che hanno richiesto un supporto psicologico.

LEGGI ANCHE >>> Giulia Cecchettin, l'autopsia decisiva per le aggravanti contro Turetta: c'è una ferita sul collo