Crosetto alla Camera mette le cose in chiaro: "Ho fiducia nella magistratura, ma contro di me plotone di esecuzione"

Crosetto alla Camera mette le cose in chiaro: "Ho fiducia nella magistratura, ma contro di me plotone di esecuzione"

Il ministro della Difesa Guido Crosetto, durante il suo intervento alla Camera, ha chiarito la sua posizione sulla magistratura.

L'intervento di Guido Crosetto alla Camera dei Deputati è arrivato a pochi giorni da alcune sue dichiarazioni che hanno fatto molto discutere. Del tutto casualmente, poco prima del rinvio a giudizio del suo collega di partito, nonché sottosegretario alla Giustizia Andrea Delmastro, il ministro della Difesa ha detto che certe correnti della magistratura fanno opposizione giudiziaria al Governo. Il riferimento, ovviamente, è anche al caso della giudice di Catania che ha liberato 3 migranti tunisini da un centro per il rimpatrio contro le indicazioni governative. Viste le polemiche sorte in seguito alle sue parole, Crosetto è intervenuto alla Camera per chiarire la sua posizione.

Crosetto alla Camera mette le cose in chiaro: "Ho fiducia nella magistratura, ma contro di me plotone di esecuzione"
Andrea Delmastro è accusato di aver divulgato a un collega di partito il contenuto di documenti segreti

L'intervento di Crosetto sulla magistratura

Il ministro della Difesa si è detto "profondamente colpito" dal tentativo di mistificare le sue parole. Guido Crosetto, quindi, scanso equivoci, ha precisato di avere "totale fiducia nella magistratura" e che la sua affermazione riguardava alcuni interventi pubblici. In particolare, discorsi in cui qualcuno ha parlato di una magistratura che deve avere "una fisiologica funzione antimaggioritaria a tutela dei diritti". Il ministro ha anche affermato che alcuni ritengono che la magistratura debba "riequilibrare la volontà popolare". Al contrario, ha detto Crosetto, "chi ha responsabilità deve essere terzo". 

Il ministro della Difesa ha anche fatto notare che contro di lui, in questi giorni, si è scatenato un vero e proprio "plotone ad esecuzione ad personam" fatto di "insulti e interpretazioni malevole". Infine, il ministro Crosetto ha anche ricordato i "30.778 innocenti finiti in manette" per errori giudiziari. Dal suo intervento, insomma, trapela la volontà di appoggiare una eventuale riforma della giustizia di cui si parla tanto in questo periodo.

LEGGI ANCHE: Gianrico Carofiglio attacca Andrea Delmastro con un semplice esempio: "Perché è grave quello che ha fatto"