Torino, frattura al cranio per una lite al semaforo: l'aggressore è ancora adolescente

Torino semaforo

Torino, pestato al semaforo per essersi fermato col giallo. Identificato l'aggressore, ha 15 anni

Trovato l'aggressore di Marco Nebiolo, il consulente immobiliare aggredito a Torino al semaforo per essersi fermato con il giallo, di cui vi abbiamo raccontato ieri in questo articolo.
Sarebbe un ragazzo di appena 15 anni a ridurre in condizioni critiche il 47enne, al momento ancora ricoverato in ospedale per le ferite riportate. Nei giorni scorsi, la moglie dell'uomo aveva lanciato un appello per identificare l'automobilista in questione. Che, sceso dal veicolo, ha raggiunto Nebiolo per poi aggredirlo.

Nebiolo, membro del collegio edile dell’Api di Torino, è stato aggredito venerdì scorso in corso Unità d’Italia, davanti al Museo dell’Automobile. La dinamica, secondo le ricostruzioni, sarebbe la seguente: il consulente immobiliare si sarebbe fermato al semaforo con il giallo. Rispettando, quindi, il codice stradale, secondo il quale, quando sta per scattare il rosso, anziché accelerare bisogna rallentare. Così ha fatto Nebiolo: ma la macchina dietro di lui, che presumibilmente correva, lo ha tamponato. Ne è seguito un breve alterco verbale, dopo il quale è scattata la rissa.

torino semaforo

Torino, pestato al semaforo il consulente immobiliare Marco Nebiolo: l'aggressore è un ragazzino di 15 anni

Dall'auto che ha tamponato quella di Nebiol erano scese tre persone. Un uomo, la compagna ed il figlio di quest’ultima. A quanto pare, sarebbe stato proprio quest’ultimo, un ragazzino di 15 anni, a colpire con un pugno al volto il 47enne. Nebiolo, per il colpo, è caduto, andando a sbattere la testa per terra. Caduta che gli ha provocato una frattura al cranio.

"Difficile spiegarlo ai miei figli" commenta Manuela, moglie di Nebiolo, che su Facebook condivide il commento che lo scrittore Massimo Gramellini ha pubblicato oggi sulla vicenda.

LEGGI ANCHE >>> "Tu devi fare quello che dico io": Napoli, il paziente minaccia l'infermiera. Scoppia la rissa