Tigre compie viaggio di 1.300 chilometri in 5 mesi attraverso l'India: il motivo dell'epica migrazione

Tigre compie viaggio di 1.300 chilometri in 5 mesi attraverso l'India: il motivo dell'epica migrazione

La tigre C1 ha viaggiato senza sosta attraverso l'India per 5 mesi: il motivo di questa avventura vi lascerà a bocca aperta. 

Una tigre maschio di 2 anni e mezzo, identificata come C1, ha compiuto un incredibile viaggio attraverso l'India. Questo giovane esemplare ha percorso oltre 1.300 chilometri in soli cinque mesi, stabilendo il record per la più lunga distanza mai percorsa da una tigre in Inda. Il viaggio è iniziato in un parco nazionale nello stato occidentale di Maharashtra e ha portato C1 attraverso sette distretti fino a raggiungere il santuario di Dnyanganga.

La tigre C1, nel corso della sua avventura, ha oltrepassato diversi paesaggi: fattorie, strade, colline e corsi d'acqua. Il viaggio ha messo alla prova la sua resistenza e abilità di sopravvivenza. C1 ha ricavato l'energia necessaria per affrontare il viaggio da cinghiali selvatici e bestiame. Sorprendentemente, la tigre è riuscita a rimanere quasi invisibile agli occhi umani per la maggior parte del suo viaggio. Ha attraversato aree abitate con estrema cautela, evitando contatti diretti con le persone. Tuttavia, nel distretto di Hingoli, in seguito all'incontro con C1, un uomo è rimasto ferito.

Tigre compie viaggio di 1.300 chilometri in 5 mesi attraverso l'India: il motivo dell'epica migrazione
Una tigra adulta può consumare fino a 40 kg di carne per un singolo pasto

Il motivo del viaggio della tigre attraverso l'India

Ma perché una tigre dovrebbe intraprendere un viaggio così lungo e pericoloso? La risposta è semplice: la ricerca di cibo e di una compagna con cui accoppiarsi. Il viaggio di C1 non è solo una testimonianza della straordinaria resistenza e abilità di questi animali, ma sottolinea anche le sfide che le tigri devono affrontare in un ambiente in rapida evoluzione. Infatti, la perdita di habitat naturale, la frammentazione delle aree selvagge e l'espansione delle attività umane stanno costringendo questi maestosi animali a spingersi sempre più lontano alla ricerca di nuove aree per vivere e cacciare.

In definitiva, il viaggio intrapreso da C1 attraverso l'India è un campanello d'allarme tutt'altro che positivo. A maggior ragione visto che le tigri sono animali in via d'estinzione. Secondo diverse stime, restano dai 2.100 ai 3.100 esemplari in cattività divisa tra India, Russia, Cina, Nepal, Thailandia, Indonesia e altri pochi paesi asiatici. In particolare, il governo indiano sta facendo un enorme lavoro per ripopolare il Paese di tigri. Nel luglio 2019, a questo proposito, il premier Narendra Modi ha annunciato che il numero di esemplari è aumentato di un terzo. Affermazione un tantino esagerata, secondo alcuni. In ogni caso, storie come quella di C1, in futuro, e gli incontri delle tigri con l'essere umano diventeranno sempre più frequenti.

LEGGI ANCHE: Cucciolo di tigre succhia un ciuccio e si adagia sulle gambe di un'umana: il video è dolcissimo