Allergie: ecco la donna che ne ha più di 50

Questa donna ha più di 50 allergie: "Non posso mangiare quasi nulla"

Quasi tutto ciò che Mia Silverman mangia potrebbe essere mortale e fatica a vivere una vita normale. Questa è la storia della donna che soffre di allergia a più di 50 alimenti.

La donna con più allergie al mondo

La ventenne Mia Silverman ha più di 50 allergie e quasi tutte possono causare anafilassi, che le impone di portare sempre con sé un EpiPen per scongiurare reazioni pericolose per la vita, che si verificavano quasi settimanalmente, da quando era soltanto una bambina.

"Fin dal grembo materno, ho faticato a digerire cose come i latticini, ma quando avevo 2 anni, mio ​​padre portò a casa dei biscotti con le noci", ha ricordato la studentessa universitaria di Boston. “La mia gola si è immediatamente chiusa, tutto il mio corpo era pieno di eruzioni cutanee e ho iniziato a vomitare”.

L'elenco tentacolare delle allergie di Silverman include l'olio di arachidi, noci e relativi oli, comprese mandorle, noci del Brasile, anacardi e nocciole; tutti i semi e i loro oli, esclusi i semi di girasole, compresi semi di chia, semi di lino e semi di sesamo; glutammato monosodico; uova; burro; panna e aromi e coloranti.

Silverman ha detto: “È difficile mangiare quello che voglio. A volte sono costretta a mangiare sano. Quindi, se voglio cibo cinese, non posso averlo perché contiene così tanto sesamo. Tendo a mangiare cibi molto integrali come bistecche e pasta. Non appena inizio a mangiare cibi trasformati, è lì che iniziano i problemi”.

Silverman è inoltre allergica a tutti i pesci, nonché a varietà di frutta e verdura come kiwi, anguria, mango, mele, pesche, pere e ciliegie. Anche lenticchie, ceci, solfati, lattice e siero di latte sono sulla lista degli alimenti pericolosi per la sua vita.

Alcune delle allergie meno comuni di cui soffre sono cioccolato, caffè, zafferano, crostacei, alcuni coloranti alimentari rossi, latte, formaggio, dragoncello, melanzane, zucchine, carotene, vino rosso e paprika.

Una vita difficile

Era così spaventoso; quando siamo arrivati ​​in ospedale, hanno eseguito alcuni test e hanno scoperto che avevo tutte queste altre allergie”.

La Silverman ha ammesso che spesso si sente una “emarginata” perché le sue allergie le impediscono di mangiare fuori e di socializzare, soprattutto perché può sviluppare una nuova allergia in qualsiasi momento.

Ho davvero faticato a scuola e la mia salute mentale ne ha risentito. Ho dovuto affrontare un sacco di bullismo fino al liceo”, ha detto. "Ora sto meglio, ma quando ero bambina era davvero difficile, avevo sempre la paura che qualsiasi cosa mangiassi potesse potenzialmente uccidermi”.

Ha anche lottato per vivere una vita “normale”, dovendo avere a che fare con ristoranti e supermercati che non soddisfano le sue esigenze specifiche.

Silverman ha provato diversi farmaci e ha detto che i suoi medici sospettano che abbia una condizione autoimmune non ancora diagnosticata.

LEGGI ANCHE>>> Grecia, influencer mostra la scontrino: "Quanto costa mangiare cibo locale in una taverna tipica"