Trecciona pesto, pomodorini secchi e caciocavallo

Trecciona pesto, pomodorini secchi e caciocavallo: ricetta facile facile per un pranzetto squisito

Ora di pranzo: fame? Dal rocker dalle mani d'oro, Manuel Saraceno, una ricetta irresistibile: trecciona pesto, pomodorini secchi e caciocavallo. La preparazione? Un gioco da ragazzi

La ricetta che ci propone oggi il profilo Instagram di Giallozafferano, ormai punto di riferimento per tutti gli aspiranti cuochi e cuoche d'Italia, è davvero, davvero irresistibile. A provocare i palati di noi tutti è Manuel Saraceno, in arte, e sui social, conosciuto col nome di ManuCookandRock.
Se avete esaurito le idee per un pranzetto per voi e i vostri commensali e siete alla ricerca di una ricetta non troppo difficile ma squisita, quella che vi proponiamo fa proprio al caso vostro. La trecciona al pesto, pomodorini secchi e caciocavallo: morbida e gustosa, e, in più, bellissima solo a guardarla. Figuriamoci a mangiarla. Vediamo gli ingredienti e, a seguire, il procedimento.

Trecciona pesto, pomodorini secchi e caciocavallo: gli ingredienti

Per cucinare la nostra buonissima trecciona, abbiamo bisogno di preparare innanzitutto un bell'impasto, che andrà a costituire la base della nostra prelibatezza.
Se avete quindi intenzione di preparare la trecciona di ManuCookAndRock, vi converrà anticiparvi di qualche ora, così da consentire all'impasto di crescere il tempo necessario alla riuscita ottimale.
Detto questo, vediamo, di seguito, gli ingredienti:

PER L’IMPASTO, avremo bisogno di:

  • 150 grammi di farina di tipo '00'
  • 350 grammi di farina di tipo '0'
  • 320 grammi di acqua
  • 10 grammi di sale
  • 10 grammi di lievito birra fresco 

PER LA FARCITURA, invece, fornitevi di:

  • 200 grammi di pesto alla genovese
  • 150 grammi di pomodorini secchi sottolio
  • 100 grammi di caciocavallo stagionato
  • Olio evo q.b.
  • Pepe nero

Passiamo, ora, al procedimento.

Il procedimento

Una volta preparato l'impasto, lo lasciamo lievitare per 3 ore "o fino a raddoppio", specifica Manuel Saraceno. Quando saremo soddisfatti dell'aspetto che l'impasto ha raggiunto, procediamo a stenderlo, finché otterremo un rettangolo di circa 50x30 cm.
A questo punto possiamo versare gli ingredienti: prima il pesto, su tutta la superficie dell'impasto. Aggiungiamo poi i pomodorini secchi sottolio e, per finire, una generosa grattugiata di caciocavallo. Ma non finitelo tutto: conservatene una parte per la finitura prima di infornare.

trecciona
Fonte: 'Giallozafferano'

Adesso arriva la parte più importante: arrotoliamo la treccia, facendo attenzione a partire dal lato più lungo, e stringendo bene i risvolti fino ad arrivare alla fine.
Tagliare a metà per il lungo il salsicciotto così ottenuto, e intrecciare stringendo bene e rimboccando gli estremi.

trecciona (1)
Fonte: 'Giallozafferano'

Lasciamo adesso lievitare altri 30 minuti la nostra creazione, lasciandola in teglia. Intanto, accendiamo il forno a 180 gradi in modalità statica.
Andiamo di nuovo di caciocavallo grattugiato, e aggiungiamo un po' di pepe nero.
Passati i 30 minuti, lasciamo asciugare la treccia su una gratella. Una volta che si sarà leggermente raffreddata, serviamo a tavola la nostra trecciona a temperatura ambiente.
Buon appetito!

trecciona (2)
Fonte: 'Giallozafferano'

LEGGI ANCHE >>> Benedetta Rossi lancia il "plumcake energetico": impasto sofficissimo ricco di vitamina C