Nazionale, ecco i primi convocati dal CT Spalletti: ci sono esclusioni eccellenti

Dopo un'attesa durata poco meno di tre mesi la Nazionale italiana di calcio è pronta a fare ritorno in campo per affrontare i prossimi impegni di qualificazione a Euro 2024. L'ultima partita disputata dalla nazionale azzurra infatti è datata 18 giugno con la finale per il terzo e quarto posto della Nations League vinta contro l'Olanda.

Il ct dell’Italia, ad esempio, non sarà più lo stesso rispetto a quella partita. Oramai infatti la presenza di Roberto Mancini, campione d'Europa con gli azzurri a Euro 2020, è solo un lontano ricordo. L'ex ct ha deciso di accettare le ricchissime avance dall'Arabia Saudita accettando di guidare la nazionale asiatica negli impegni di qualificazione alla coppa d'asia prima e al mondiale poi. E così lo scorso 13 agosto in piena estate e soprattutto nel pieno della preparazione delle gare di Qualificazioni a Euro 2024, Mancini ha deciso di lasciare la nazionale.

Il nuovo ciclo

Il posto di allenatore della nazionale non poteva restare vacante troppo allungo, e così dopo un'infinità di polemiche e accuse fra il presidente della FIGC Gabriele Gravina e Mancini, il presidente federale ha optato per quella che, a detta sua, riteneva la migliore soluzione possibile. La scelta è ricaduta quindi su Luciano Spalletti. L'allenatore, fresco vincitore dello scudetto alla guida del Napoli, ha deciso di condurre con grande entusiasmo la Nazionale verso la qualificazione ai prossimi europei per cercare di difendere il titolo di campioni continentali. L'ex Napoli, Roma e Inter non ha perso tempo e in vista delle prossime partite ha subito diramato le convocazioni dei calciatori azzurri.

Gli impegni degli azzurri

Si parte subito. Sabato 9 settembre infatti, la Nazionale di Spalletti esordirà a Skopje contro i padroni di casa della Macedonia del Nord: l’obiettivo è quello di fare più che bene vista l’importanza della partita. In terra balcana ci si gioca una fetta di qualificazione e l'obiettivo sono chiaramente i tre punti. Tre giorni più tardi invece, il 12 settembre, al San Siro di Milano ci sarà l’Ucraina. Due match dai quali è lecito aspettarsi altrettante vittorie.

I convocati

Fra coloro che prenderanno parte a questi due impegni spiccano i nomi di Zaniolo e Zaccagni. Ma a destare scalpore sono le esclusioni eccellenti di alcuni dei protagonisti della vittoria degli ultimi europei come Leonardo Bonucci (Union Berlino), Marco Verratti (PSG), Jorginho (Arsenal) e Francesco Acerbi (Inter). Di seguito la lista dei convocati di Spalletti:

Portieri: Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Alex Meret (Napoli), Ivan Provedel (Lazio), Guglielmo Vicario (Tottenham);
Difensori: Alessandro Bastoni (Inter), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Nicolò Casale (Lazio), Matteo Darmian (Inter), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Federico Dimarco (Inter), Gianluca Mancini (Roma), Alessio Romagnoli (Lazio), Giorgio Scalvini (Atalanta), Leonardo Spinazzola (Roma);
Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Davide Frattesi (Inter), Manuel Locatelli (Juventus), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Monza), Sandro Tonali (Newcastle);
Attaccanti: Federico Chiesa (Juventus), Wilfried Gnonto (Leeds), Ciro Immobile (Lazio), Matteo Politano (Napoli), Giacomo Raspadori (Napoli), Mateo Retegui (Genoa), Mattia Zaccagni (Lazio), Nicolò Zaniolo (Aston Villa).

LEGGI ANCHE >>> Gabriele Gravina rieletto presidente della FIGC, le congratulazioni della Reggina – Tutto Notizie