Mangiare sano adesso costa di più: il boom dei prezzi della frutta

Sarà difficile nei prossimi giorni seguire uno dei punti cardine del mangiare sano, ovvero almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno. Perché se per 5 porzioni tocca sborsare un patrimonio, sempre meno gente cercherà di vivere bene mangiando frutta e verdura. È un problema che sta crescendo giorno dopo giorno, e solo chi si affida alla tecnologia digitale può riuscire a risolverlo.

Per mangiare sano una volta bastava poco, perché frutta e verdura non erano così costosi, e raggiungere le 5 porzioni raccomandate dai dietologi era una passeggiata. Ma grazie al caro spesa, oggi conviene a momenti mangiare al fast food. I prezzi di frutta e verdura sono ormai sempre più inaccessibili per la stragrande maggioranza delle persone, e tocca affidarsi di nuovo alla tecnologia per riuscire a portare a casa un po' di risparmio.

Il boom dei prezzi della frutta è ormai una realtà quotidiana

Trovare frutta e verdura ad un prezzo giusto oggi sta diventando sempre più una chimera. Non mancano le segnalazioni di persone colme dalla rabbia per il fatto che il proprio supermercato di fiducia si metta a rincarare su tutto, dal pane ai pelai, dal tonno alle verdure. Addirittura per un cocomero si arriva a spendere più di 10 euro, come segnala questo utente di Twitter.

Non dovrebbe essere una sorpresa, visto che l'ISTAT ha segnalato da tempo un sorpasso del carrello della spesa (10%) rispetto all'inflazione (6%). Purtroppo tra il costo del carburante e tanti altri fattori, sui beni alimentari s'è abbattuta una tempesta di rincari che hanno portato perfino al boom dei prezzi di cibi di tutti i giorni, addirittura stagionali come il cocomero. E non è assolutamente facile vivere quando lo stipendio rimane fisso, ma i prezzi aumentano di un terzo.

Non mancano le app per risparmiare sulla spesa, anche se guardando per lo più ai beni alimentari generici. Nel caso di frutta e verdura, se vuoi puntare a mangiare sano e risparmiare sulla spesa puoi affidarti anche ad app che ti aiutano a fare tutti e due. È il caso di NUNA (nutritional navigator). Si tratta di un'app gratuita che ti permette di avere un'alimentazione più sana e genuina e di bilanciare il budget a disposizione per la tua spesa quotidiana. In questo modo, non rinuncerai a nulla. In alternativa c'è anche Yuka. Simile a NUNA, oltre a farti risparmiare sulla spesa e a farti mangiare sano, ti permette anche di estendere questo risparmio anche su altri cibi. Nel caso tu voglia, di tanto in tanto, sforare dalla dieta.

LEGGI ANCHE: Inflazione scende, carrello della spesa sale: in realtà non c'è nulla di strano