Trentino-Alto-Adige-frana

Trentino-Alto Adige, auto sotterrate dalla frana: disastro in montagna

Il maltempo raggiunge il Trentino-Alto Adige: le conseguenze dei violenti temporali che si sono abbattuti sulla Regione dell'Italia settentrionale. I video e le immagini raccolti dai cittadini in preda al terrore

Un'estate caratterizzata da un meteo folle, che sta seminando danni e guai in ogni città e Regione in cui arriva. L'ondata di maltempo che ha colpito la Penisola italiana, dopo essere stata in Veneto e Lombardia, si è spostata un po' più a Nord, ed è arrivata in Trentino-Alto Adige. Dove le forti e copiose piogge che si sono abbattute su diversi comuni, hanno creato non pochi disagi ma, ed è quel che conta di più, per fortuna nessun cittadino è rimasto ucciso o ferito. Le immagini che arrivano dalle varie località dove il meteo ha imperversato con più forza, sono molto forti. E si aggiungono a quelle altrettanto estreme a cui abbiamo assistito nelle scorse, difficili settimane.

Svariati temporali, a distanza ravvicinatissima, hanno colpito più zone del Trentino-Alto Adige. Non solo grandi quantità di pioggia, ma anche un vento dalla potenza spaventosa. Queste le premesse della bufera perfetta che ha causato l'esondazione di diversi torrenti.
I danni principali, documentati sui social dai cittadini del posto, sono stati registrati in val Pusteria, soprattutto nella zona dei comuni di Casies e Valdaora. Proprio a Valdaora è stato girato un video, che in breve è divenuto virale, che mostra il torrente impazzito e ingolfato dalle piogge, che travolge e distrugge un ponte in legno. Di seguito il filmato, condiviso su Twitter dall'Unione Provinciale dei Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari dell'Alto Adige.

Trentino Alto-Adige, la frana travolge le auto in sosta: il video

L'altro video impressionante che arriva dal Trentino Alto-Adige, mostra una grossa frana cadere dagli altipiani e finire sulla strada statale che porta in Val Gardena. Qui, diverse auto erano parcheggiate in sosta, quando sono state travolte e letteralmente seppellite dai detriti caduti a tutta velocità dalla montagna. Quattro le autovetture finite sotto le pietre: per fortuna in quell'istante nessuno si trovava a bordo degli abitacoli.

Frane si sono registrate anche in Val Badia. Di seguito, gli scatti realizzati dai caschi rossi intervenuti sul posto: l'abitacolo intatto, ma dal finestrino l'insolita vista sui grossi macigni che hanno inghiottito l'auto.
Trentino-Alto-Adige-frana 1
Le foto scattate dall'Unione Provinciale dei Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari dell'Alto Adige: le conseguenze delle frane che ha investito la Regione

Sono ore frenetiche per i Vigili del Fuoco e per i tanti volontari che sono al momento impegnati a spalare via il fango, maltempo permettendo. La priorità ora è quella di tenere in sicurezza la popolazione, a cui va fatta sentita raccomandazione di non avventurarsi in strada se fuori imperversa la bufera.