roma emergenza rifiuti

Roma, emergenza rifiuti fuori controllo: compare un cartello surreale sui bidoni dell'immondizia

Roma sta vivendo una nuova emergenza rifiuti, meno grave rispetto alle precedenti, ma in molte zone si registrano criticità notevoli. Alcuni romani stanno provando a fare la loro parte, invitando i concittadini a non fare determinate cose. Su un bidone è comparso un cartello surreale.

Passano gli anni, ma alcuni problemi a Roma si ripetono ciclicamente. Nelle ultime settimane, la capitale sta avendo a che fare nuovamente con l'emergenza rifiuti. Non ci sono scene di 'strisce' di sacchetti lunghe centinaia di metri come quelle di qualche anno fa, ma in molti quartieri i cassonetti sono stracolmi e sono iniziate le prime proteste. Tra domenica e lunedì i residenti del Laurentino 38 hanno rovesciato i cassonetti per strada, bloccando il passaggio delle auto.

La causa principale della nuova emergenza rifiuti è la scarsità di mezzi per la raccolta. Stando alle ultime stime, attualmente Ama ha a disposizione solo il 50% della sua flotta: metà dei tir e degli 'squaletti' sono fermi in officina per guasti di vario genere. I meccanici sono oberati di lavoro e la municipalizzata sta avendo difficoltà a reperire mezzi a noleggio per tamponare l'emergenza. Le alte temperature fanno il resto: alcuni tipi di rifiuti, soprattutto quelli organici, si decompongono prima sotto i raggi del sole e provocano cattivi odori. Insomma, sarà l'ennesima estate difficile per Roma dal punto di vista del decoro urbano.

Roma, l'emergenza rifiuti prosegue: il cartello che invita a non lasciare sacchetti

L'Ama potrebbe anche essere chiamata a risponderne legalmente. Alcuni residenti di Torpignattara hanno assicurato che, qualora la situazione non dovesse risolversi in tempi brevi, denunceranno l'azienda per interruzione di pubblico servizio. Insomma, sono giornate difficili e visto che il problema riguarda unicamente i mezzi per la raccolta, non si risolverà da un giorno all'altro, ma gradualmente. Nel frattempo, i romani fanno quel che possono per tamponare l'emergenza. Su alcuni cassonetti, poche ore fa, è comparso un cartello a tratti surreale, a tratti paradossale. Qualcuno, infatti, invita a non utilizzare i cassonetti per il loro scopo principale:

Il cartello comparso su uno dei cassonetti dell'immondizia a Roma. Fonte: Roma fa schifo - Facebook
Il cartello comparso su uno dei cassonetti dell'immondizia a Roma. Fonte: Roma fa schifo - Facebook

Per capire meglio perché qualcuno abbia scritto un cartello simile, è bene guardare come si presenta il cassonetto in questione:

Come si presenta una strada come tante della capitale. Fonte: Roma fa schifo - Facebook
Come si presenta una strada come tante della capitale. Fonte: Roma fa schifo - Facebook

Se Ama ha le sue colpe indiscutibili, i residenti che gettano così sgabelli e sedie non sono tanto meglio. Rifiuti simili andrebbero lasciati nelle isole ecologiche e non vicino ai cassonetti. Oltre a non appartenervi, sono anche ingombranti e occupano spazio. Insomma, da quest'emergenza difficilmente si uscirà se non ci sarà anche la collaborazione dei residenti. Siamo certi che nel giro di qualche settimana, l'amministrazione troverà una soluzione per accelerare la raccolta dei rifiuti, ma l'estate da questo punto di vista non è iniziata bene.

LEGGI ANCHE: "Situazione imbarazzante": Roma, i rifiuti sembrano inghiottire i marciapiedi. Le immagini sono una doccia gelata