cani cartello parco

Città italiane, in un parco spunta il cartello perfetto contro i padroni incivili di cani: è rivolto agli animali

La fantasia degli italiani non ha limiti. In moltissime città della penisola sono comparsi cartelli divertenti contro i padroni incivili di cani. L'ultima segnalazione riguarda un avviso non rivolto agli esseri umani, ma direttamente agli animali.

L'estate è finalmente arrivata e insieme a lei le temperature bollenti nelle ore centrali della giornata. Tra i tanti disagi che arreca il caldo, ci sono anche gli odori nauseabondi dei rifiuti lasciati sotto al sole. Purtroppo per gli escrementi canini la situazione non è diversa: in questo periodo, puzzano più del solito e per questo bisogna essere ancora più intransigenti contro i padroni incivili di cani. Su TuttoNotizie abbiamo spesso pubblicato cartelli esilaranti di questo tipo: l'ultimo è stato scritto perfino nell'italiano di Dante Alighieri.

In molti comuni italiani, chi non raccoglie i bisogni dei propri animali in teoria viene multato. È altrettanto vero che molti padroni portano a spasso i cani in tarda serata quando, notoriamente, i vigili urbani in servizio sono pochi. Per questo, c'è bisogno di altri tipi di deterrenti. Uno molto diffuso in Italia è il cartello con insulti. Associazioni di quartiere o semplici cittadini privati provano a ferire nei sentimenti gli incivili, dedicandogli frasi di vario genere, spesso molto offensive. Purtroppo non sembra funzionare: a ognuno di noi capita di vedere escrementi sui marciapiedi.

Il cartello contro i padroni incivili di cani

La speranza è l'ultima a morire e al contempo la fantasia degli italiani appare inesauribile. Per evitare che il parco in questione venga usato come toilette (senza scarico) dei cani del quartiere, qualcuno ha incollato un cartello esilarante all'ingresso. Non si tratta del 'solito' cartello che attacca frontalmente i padroni. Questo è dedicato direttamente ai cani, anche se il riferimento all'essere umano c'è, nella parte finale. Ecco l'ultimo cartello offensivo contro chi non pulisce i bisogni del proprio amico a quattro zampe:

Il cartello contro i padroni incivili di cani, che si rivolge agli animali. Fonte: cartelliedintorni - Instagram
Il cartello contro i padroni incivili di cani, che si rivolge agli animali. Fonte: cartelliedintorni - Instagram

Al di là delle battute, quello della mancata raccolta degli escrementi è un problema serio. Spesso e volentieri, vengono lasciati sul suolo per giorni interi. Al loro interno possono svilupparsi parassiti come i vermi intestinali e soprattutto sono ambiente di proliferazione per insetti inutili e dannosi come mosche e zanzare. Con il caldo, poi, il fastidio per il loro cattivo odore diventa quasi insopportabile. Ci sarebbe semplicemente bisogno di maggiori controlli e di non etichettare questo problema come 'secondario'. L'esperienza ci insegna che gli italiani cambiano abitudini se vengono colpiti nel portafoglio. Multe più salate, maggiori controlli e utilizzo di telecamere di sicurezza possono portare a un aumento delle sanzioni e, di conseguenza, a una diminuzione di questo tipo di reato.

LEGGI ANCHE: Penisola Sorrentina, nella biglietteria compare un cartello surreale: "Non chiedeteci queste info"