roma umido cartello

Roma, sui cassonetti dell'umido compare un cartello surreale: "Non gettatelo qui", cittadini divisi

Tra i tanti problemi quotidiani con cui hanno a che fare i romani, c'è senza dubbio quello della raccolta differenziata. Oltre ai gravi ritardi delle ultime settimana, c'è anche la mancata pulizia dei cassonetti. Qualcuno, sui bidoni dell'organico, ha incollato un cartello controverso che mostra tutte le contraddizioni di Roma.

L'emergenza rifiuti torna a colpire ciclicamente Roma. Da fine maggio, in molti quartieri delle città si sono ripetute scene già viste: cassonetti strapieni e decine di buste fuori dai contenitori. Le temperature alte, tipiche di giugno, fanno il resto: in particolare i rifiuti organici emettono odori sgradevoli per colpa della fermentazione. Al di là del fastidio per le nostre narici, la tanta immondizia per strada attira animali piccoli e grandi, che possono minacciare l'incolumità dei cittadini. In passato ci siamo occupati del problema dei rifiuti a Roma, mostrandone la gravità con una "semplice" foto.

Insomma, anno nuovo, vecchie scene. Attualmente il problema è più sentito nelle zone periferiche, dove la raccolta porta a porta è saltata in più occasioni. Il motivo principale è da ricercare nei guasti di molti camioncini che raccolgono i rifiuti, fermi da settimane in officina. I meccanici che lavorano per Roma Capitale sono oberati di lavoro e non riescono a garantire le riparazioni in tempi rapidi. Gli operatori ecologici romani fanno quel che possono, anche se non mancano le carenze anche da parte loro. Un cartello molto controverso, stampato da un comune cittadino, ha messo in luce una situazione oggettivamente paradossale.

Roma, il cartello controverso: "Non gettate l'umido nei cassonetti"

È, oggettivamente parlando, un controsenso. Se ci sono dei bidoni destinati alla raccolta della frazione organica, perché non usarli? Un cittadino romano ha stampato due fogli A4, li ha plastificati e li ha incollati proprio sulle fessure che, normalmente, i cittadini usano per gettare i sacchetti. A suo avviso, "AMA non svuota, non lava e non disinfetta i cassonetti". Per questo motivo, 'blocca' il conferimento dei sacchetti, che dopo qualche ora all'interno dei cassonetti esposti al calore, iniziano a fermentare e a generare odori nauseabondi. "Non gettare l'umido è una buona azione che fate per i passanti e per i negozianti".

Una cittadina romana segnala che qualcuno ha 'impedito' il conferimento dei sacchetti contenenti rifiuti organici.
Una cittadina romana segnala che qualcuno ha 'impedito' il conferimento dei sacchetti contenenti rifiuti organici.

Quando si parla di situazioni paradossali, ci si riferisce proprio a cartelli del genere. Possibile che in una delle città più importanti del mondo i cittadini non debbano lasciare immondizia per 'paura' che emani troppi cattivi odori? Possibile che in una delle nazioni dove i cittadini pagano più tasse in assoluto, le aziende municipalizzate non compiano il proprio dovere di svuotare, pulire e igienizzare dei cassonetti che hanno 'ospitato' materiale organico? La speranza è che denunciando, AMA prenda provvedimenti e si limiti a svolgere il proprio dovere.

LEGGI ANCHE: Roma, misterioso ritrovamento al Cimitero del Verano: rituale esoterico o goliardata? Le immagini