Come Silvio Berlusconi ha cambiato la televisione italiana: da Mediaset a Canale 5, la nascita della tv privata e gratuita

Silvio Berlusconi

La straordinaria influenza di Silvio Berlusconi nel mondo della televisione italiana: Mediaset e in particolare Canale 5 hanno segnato una svolta ed aperto l'era della tv privata  

L'Italia piange Silvio Berlusconi: l'ex premier si è spento all'età di 86 anni all'ospedale San Raffaele di Milano dove era ricoverato da venerdì scorso. Il Cavaliere era affetto da una grave forma di leucemia cronica, patologia contro la quale lottava da tempo. La notizia ha sconvolto il Paese: se ne va uno dei più importanti leader politici della storia della nostra Penisola. Da un lato, il peso politico del fondatore e leader di Forza Italia; dall'altro, l'enorme influenza che l'ex presidente del consiglio ha esercitato sul mondo della televisione italiana.

Silvio Berlusconi è stato il fondatore e il proprietario di Mediaset, uno dei principali gruppi televisivi italiani. Era il 1980 quando il fondatore di FI lanciò Canale 5, vale a dire l'attuale canale di punta di Mediaset. Si trattò di una vera e propria rivoluzione: va sottolineato, infatti, come all'epoca  la televisione italiana fosse dominata dai canali pubblici. L'introduzione, quindi, nel piccolo schermo di un'emittente televisiva privata rappresentava una vera innovazione.

Una sorta di sfida, quella di Berlusconi (che negli anni '80 era già un imprenditore di successo nel settore dei media) contro l'establishment televisivo italiano.
Dal lancio di Canale 5 si aprì una nuova era di concorrenza nel panorama televisivo della Penisola. Indimenticabile il primissimo evento con cui il Cavaliere decise di 'tagliare il nastro' di Canale 5.

silvio-berlusconi-mediaset

Silvio Berlusconi, il lancio di Canale 5 e la sfida alla tv di Stato

Sin dal primissimo giorno di trasmissione di Canale 5, Berlusconi aprì, di fatto, un nuovo capitolo nella storia dei media italiani: era appena iniziata l'era della concorrenza e della diversità nell'offerta televisiva del Belpaese.

La sfida lanciata da Berlusconi con Canale 5 ebbe un impatto significativo sul panorama televisivo italiano. Un approccio certamente innovativo, veicolato da una serie di nuovi format televisivi introdotti proprio dal nuovo canale privato. Uno su tutti, i talk show di approfondimento (come non citare il celeberrimo Maurizio Costanzo Show, condotto dal giornalista e conduttore recentemente scomparso). Ma anche le telenovelas straniere, e poi, in seguito, i reality show. Contenuto, questo, che contribuì ancor di più a trasformare il modo in cui lo spettatore concepiva e, quindi, consumava, i programmi televisivi in Italia.

Un cambiamento dietro il quale si cela una visione imprenditoriale senza precedenti, che ha avuto un impatto duraturo sul nostro panorama televisivo.
Canale 5 è rimasta una delle reti televisive più popolari e influenti in Italia. La rete è stata anche un trampolino di lancio per molti personaggi famosi della televisione italiana, come Gerry Scotti, Maria De Filippi, Paolo Bonolis e Barbara d'Urso.

LEGGI ANCHE >>> Addio a Silvio Berlusconi, Matteo Salvini chiede un minuto di silenzio: "Uno dei più grandi italiani"