striscia

Striscia, un grattacielo intimorisce i cittadini: Max Laudadio fa luce su un caso molto particolare

I cittadini di un comune della Valle d'Aosta hanno firmato una petizione per bloccare un particolare progetto: il servizio di Max Laudadio, inviato di Striscia la Notizia

Migliaia di cittadini hanno firmato una petizione contro la costruzione di un complesso residenziale. Un grattacielo che, costruito nel punto dove dovrebbe essere costruito, rischia, secondo l'opinione dei cittadini, di sembrare un 'ecomostro'. Max Laudadio, celebre inviato di Striscia la Notizia, ha fatto luce su questo caso, recandosi a Breuil-Cervinia, frazione del comune di Valtournenche, in Valle d'Aosta. Si tratta, come ha spiegato il noto inviato, di una delle località preferite dagli sciatori di tutto il mondo, ai piedi del monte Cervino, che è il terzo monte più alto d'Italia.

"Proprio qui, nel centro del paese, è stato presentato un progetto faraonico: si tratta di un intervento edilizio che trasformerebbe lo storico Hotel Fosson, in un nuovo e futuristico complesso residenziale di nove piani. Il progetto, che si chiamerà 'The Stone', ha sollevato un bel po' di perplessità tra i residenti", ha raccontato l'inviato, che ha intervistato i cittadini della Valtournenche. I maggiori dubbi, secondo quanto dichiarato da uno dei residenti, sarebbero collegati all'aspetto esteriore del complesso. "Cervinia è già ricca di condomini pluripiano, e questa cosa qua è stata un'ulteriore violenza al paesaggio della città, ha spiegato quest'ultimo.

Striscia la Notizia: il servizio di Max Laudadio

In aggiunta, il cittadino ha rivelato che potrebbero esserci problemi legati alla sicurezza e alla costruzione di questa struttura. "Sotto di noi ci sono dei garage preesistenti, la cui soletta non è già in grado di sopportare il peso delle ruspe durante la stagione invernale per la pulizia della neve. Non so se potranno sopportare il peso di nove piani", ha dichiarato quest'ultimo. Pertanto, i cittadini si sono mossi in maniera attiva, firmando una petizione per bloccare la costruzione del grattacielo. Sono state raccolte ben 33.000 firme: un numero altissimo, considerando che i cittadini della Valtournenche sono poco più di duemila.

striscia
Alcune immagini che mostrano come dovrebbe essere il grattacielo in questione. (Fonte: Striscia la Notizia - Canale 5).

"Al momento sono fermi. Chiaramente, si spera che ci siano degli sviluppi che ci diano ragione. Non si vorrebbe, indubbiamente, la costruzione venisse portata avanti", ha spiegato un altro dei cittadini. Laudadio ha, altresì, rivelato che negli ultimi giorni, sarebbe stato aperto un procedimento per corruzione che ruota attorno al complesso 'The Stone'. "Secondo gli inquirenti, l'architetto, membro della Commissione Edilizia si sarebbe accordato con l'imprenditore per l'ottenimento del parere positivo sul rilascio del titolo a costruire. Ottenendo, quale contropartita, la promessa di una dazione complessiva di 300.000 euro. Ma l'inchiesta, naturalmente, è ancora aperta", ha rivelato l'inviato.

Le parole del vicesindaco

Laudadio ha, a questo punto, cercato di capire cosa ne pensasse l'Amministrazione comunale. "Nessuno, per il momento, ha dato alcuna autorizzazione. Noi non siamo né contrari né favorevoli. Ci sono delle leggi che lo permettono. Ci sono dei legali che stanno studiando dei pareri, e quando avremo questi pareri legali, potremo dire anche noi la nostra. La Sovrintendenza di Aosta, intanto, aveva dato parere favorevole. È stata presa in carico anche dalla Regione, che sta valutando il caso. È vero che ci sono delle leggi datate, bisognerà metterci mano e dare quella svolta che, forse, tutti si aspettano", ha dichiarato il vicesindaco di Valtournenche, Massimo Chatrian. Attendiamo ulteriori aggiornamenti.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, attenzione alla dicitura 'con pollo' sulle etichette dei prodotti alimentari: la rivelazione di Max Laudadio