Milano, parcheggia male la sua macchina e qualcuno gli lascia un regalino (parecchio inusuale)

A Milano, qualcuno ha parcheggiato male la macchina, creando intralcio ad altre persone. Un automobilista (o un residente arrabbiato) gli ha lasciato un regalino sul tettuccio dell'auto.

Alcune previsioni non si realizzano. Quante persone, nel secolo scorso, pensavano che entro il 2020 le auto sarebbero sparite o quantomeno sarebbero cambiate radicalmente, diventando meno inquinanti? Al di là di qualche modello elettrico o ibrido, che comunque nel nostro paese rappresentano una minoranza, la situazione non è poi così diversa rispetto agli anni '80 e '90. Molte città italiane sono ancora invase dalle auto e l'Italia è uno dei paesi europei con il parco auto più anziano in assoluto. Insomma, il cambiamento tanto atteso stenta ad arrivare.

Tra le tante conseguenze negative dell'invasione russa in Ucraina, c'è anche quello dei ritardi nelle consegne delle nuove auto. Negli ultimi dodici mesi, tra mancanza di componentistica e difficoltà di trasporto dall'Asia all'Europa, migliaia di auto nuove sono rimaste ferme in fabbrica. Ciò ha portato molti italiani a 'tamponare' con un'auto usata per qualche mese. Il mercato dell'usato ha fatto registrare numeri da record nel 2022. Ciò ha causato un ulteriore passo in avanti nell'invecchiamento inesorabile del parco auto nazionale. Quando cambieranno, davvero, le cose?

Il parcheggio selvaggio e il ricordino sull'auto: succede a Milano

Milano vanta un numero piuttosto alto di auto ogni 1000 abitanti, eppure i milanesi non la usano spesso. Il trasporto pubblico, costoso ma efficiente, ha aiutato a rendere il capoluogo lombardo meno trafficato. Il fatto che sia una delle città più inquinate d'Italia ha convinto anche le amministrazioni comunali a istituire numerose zone a traffico limitato per far sì che le macchine più inquinanti avessero 'vita' difficile. Eppure, anche a Milano esiste il problema del parcheggio selvaggio. Il proprietario di una Panda bianca, a quanto pare, ha effettuato una sosta illegale, intralciando il passaggio ai residenti di quella strada. Uno di loro si è vendicato in maniera inusuale, lasciando un ruotino sul tettuccio.

Il parcheggio sbagliato a Milano e il ruotino lasciato sul tettuccio.
Il parcheggio sbagliato a Milano e il ruotino lasciato sul tettuccio.

Pochi giorni fa, era capitato un episodio simile a Bolzano. Un'auto aveva parcheggiato in una zona a traffico limitato e perdipiù a pochi centimetri dalle scale di ingresso di un'abitazione. Un residente, per risposta, aveva lasciato un bidone della raccolta differenziata (del vetro) sul tettuccio dell'auto. Forse il milanese di sopra si è ispirato al bolzanino? Difficile saperlo. Sta di fatto che un ruotino lasciato sul tettuccio come 'sfregio' per un parcheggio sbagliato non si vede spesso. Quasi sempre chi ci tiene a redarguire l'incivile di turno, gli lascia un bigliettino sul cruscotto, contenente qualche insulto. Chi non ha tempo né voglia di scrivere, passa agli oggetti. È così che va.

LEGGI ANCHE: Como, da un parcheggio pubblico arriva una segnalazione esilarante: "L'italiano paga, lo svizzero scrocca"