Affitti Torino, spunta un monolocale a 230€: il bagno e il letto vi sorprenderanno (in negativo)

Si può affittare un monolocale a Torino a 230€? La risposta è sì. Dove c'è risparmio, raramente c'è guadagno: il bagno e letto della soluzione abitativa difficilmente vi convinceranno.

Il mese di maggio è appena trascorso. Una delle polemiche più calde dei giorni scorsi è stata senza dubbio quella relativa ai prezzi degli affitti nelle grandi città italiane. Una minoranza rumorosa di studenti universitari si sono lamentati per i costi insostenibili di stanze e monolocali. Stando ai dati di una ricerca effettuata da Immobiliare.it, Milano è la più cara in assoluto: in media 21.70€ al metro quadro; seguono Firenze con 18.90€ e Bologna a 17.50€. Tra le grandi città italiane (con almeno 500.000 residenti), Torino è una delle più economiche: 10€ al metro quadro. Cifra di poco superiore a quella di Genova (8.1€) e Palermo (8€).

Insomma, una casa nel capoluogo piemontese costa, in media, la metà rispetto a Milano. Torino è una città che offre numerose opportunità lavorative, oltre ad essere sede di varie università prestigiose. Forse il clima non è il più piacevole d'Italia, ma la città perfetta non esiste. Ogni anno, dalle altre regioni italiani, migliaia di persone si trasferiscono a Torino e dintorni per lavoro e per studio. Le ricerche per stanze singole, monolocali e appartamenti sono numerose. Quanto costa un monolocale a Torino? Ovviamente dipende dalle zone. Centro Storico, Borgo Po e Precollina costano anche il doppio rispetto a Barca, Barriera Milano o Mirafiori.

Il monolocale a Torino a 230€ al mese

Facendo una ricerca sui siti dedicati, ci si può imbattere anche in un monolocale a Torino che costa meno di una stanza singola. Dov'è il trucco? In primis, le dimensioni: 10 metri quadri, dunque quasi identiche a quelle di una singola normale, per l'appunto. A renderlo unico (non necessariamente con un'accezione positiva) sono il letto e il bagno. Il primo, di fatto, è un divano, all'apparenza adatto solo a persone di bassa statura. Il bagno, se possibile, è ancora più notevole: il lavandino e il bidet sono nello stesso unico ambiente, mentre nelle foto non c'è traccia del WC.

Il monolocale di Torino con letto divano e bagno 'a vista'. Fonte: mangiapregasbatty - Instagram
Il monolocale di Torino con letto divano e bagno 'a vista'. Fonte: mangiapregasbatty - Instagram

La tendina che si vede è il box doccia. Il WC, forse, è nello stesso ambiente? Possibile che ci sia il bidet ma non un posto dove espletare i propri bisogni fisiologici? Non solo: secondo la legge italiana, un monolocale non può essere inferiore a 28 metri quadri. Insomma, l'annuncio in questione è al limite per diversi motivi. Il prezzo è certamente allettante, ma chi riuscirebbe a vivere per più di qualche mese in un ambiente così angusto? Impossibile non menzionare il fatto che sia poco luminoso e che il 'bagno' sia sotto quello che pare un soffitto spiovente. Convienente sì, accogliente no.

LEGGI ANCHE: Affitti Milano, spunta il monolocale con il bagno più scomodo di sempre: "Una cosa mai vista"