milano

Milano, sfregio vergognoso contro un negozio di Corso Buenos Aires: "Non ne possiamo più"

Milano, danni contro un negozio nei pressi di Corso Buenos Aires: i teppisti hanno sfregiato la vetrina di un'attività commerciale per pochi soldi

La questione sicurezza a Milano è costantemente al centro del dibattito cittadino. Troppi, sempre più frequenti gli episodi di furti, rapine e persino molestie sessuali che si consumano in città, e non solo nelle zone più periferiche del capoluogo della Lombardia. La percezione di molti è che nella metropoli europea d'Italia la violenza stia dilagando in maniera sempre più preoccupante. Il caso che più tiene banco in città è quello, in particolare, dei borseggiatori che a Milano compiono ogni giorno stragi di cellulari, portafogli e beni di ogni tipo. Persone di tutte le età, ma in prevalenza soprattutto giovanissimi, che trascorrono l'intera giornata in agguato, a caccia della vittima perfetta da derubare. Infilando, nei modi più fantasiosi, le mani dentro le borse e le tasche, spesso questi ladri agiscono in gruppo e a bordo di treni metropolitani, bus e tram.

Laddove la circostanza si fa caotica, ecco che spunta il borseggiatore. Un problema divenuto di ordine pubblico, e che ha interessato l'opinione pubblica di tutta la Penisola quando una pagina Instagram, Milanobelladadio, ha cominciato a filmare e rendere pubblica l'immagine di queste persone dedite alle attività criminali di cui sopra. E tanto si è dibattuto circa la correttezza di questa pratica: persino i ladri hanno diritto alla tutela della privacy o è giusto esporli alla gogna pubblica? Un quesito che ancora attanaglia Milano, che, oltre ai borseggiatori, è alle prese con una diffusa microcriminalità che in città terrorizza e deruba anche le attività commerciali. L'ultimo caso si è verificato proprio oggi, con lo sfregio di una vetrina di un negozio in pieno centro.

Milano, sfregiata la vetrina di un negozio in via Eustachi: "Non c'è più un briciolo di sicurezza in città"

Siamo in via Bartolomeo Eustachi, una delle strade perpendicolari al ben più noto Corso Buenos Aires, praticamente il cuore dello shopping milanese. Come denunciato anche questa volta da Milanobelladadio, questa mattina amarissimo risveglio per i titolari di una nota bottega della zona. Si tratta di un negozio dedito alla vendita della pasta fresca realizzata a mano. Ebbene, come mostra la pagina succitata, che in fatto di segnalazioni di cronaca assume via via più autorevolezza per la grande quantità di denunce che raccoglie, nella notte appena trascorsa dei teppisti hanno fatto 'visita' all'esercizio commerciale di via Eustachi.

milano
Le immagini dello sfregio contro il negozio in via Eustachi. Crediti: Milanobelladadio, via Instagram

Con l'utilizzo, presumibilmente, di una grossa pietra, dei ladri hanno sfregiato la vetrina della bottega, danneggiandola. Lo scopo di tale raid vandalico sembra essere stato l'incasso del negozio.
Si affollano, intanto, messaggi di solidarietà nei confronti dei titolari e dei dipendenti del negozio, e non manca la polemica. "Non ne possiamo più: ormai dobbiamo dire addio alla sicurezza. Questa città è diventata invivibile", commentano gli utenti.

LEGGI ANCHE >>> Milano, Valerio Staffelli sventa un colpo dei borseggiatori e fa una scoperta assurda: il rocambolesco servizio di Striscia