Emilia-Romagna, sui social gli appelli di chi ha perso tutto: "Chi ha qualcosa da darmi..."

emilia-romagna
Si affollano sui social le testimonianze dei cittadini che hanno perso tutto a causa dell'alluvione che ha travolto l'Emilia-Romagna

Sono tanti e tutti disperati gli appelli sui social che in queste ore decine di uomini e donne stanno pubblicando, alla ricerca di un aiuto. Non c'è dignità nella disperazione, così come non esiste e non deve esistere vergogna nel chiedere una mano mentre si attraversa il peggiore degli incubi. Quello di non avere più un tetto sulla propria testa per sé e per la propria famiglia, quello di veder spazzare in poche ore i sacrifici e i ricordi di una vita. Sono bastate poche ma intensissime piogge per distruggere le abitazioni di tantissimi cittadini dell'Emilia-Romagna, nel corso di una allerta meteo che ancora non lascia tregua alla Regione. Decine i fiumi esondati, strade sprofondate, 15mila gli sfollati e 13 i morti. Un bilancio drammatico, un'emergenza per la quale in queste ore il governo guidato da Giorgia Meloni si sta attivando.

Emilia-Romagna, gli appelli sui social: "I miei genitori hanno perso la loro casa. Chi può aiutarli?"

E come spesso accade, l'aiuto non corre solo in strada, ma anche sui social. In questi giorni così bui, i gruppi Facebook e WhatsApp dei cittadini, normalmente usati per denunciare le piccole situazioni di disagio, stanno facendo da contenitore di tutti gli appelli più disperati. Ai quali in tanti rispondono 'presente'. Abbiamo raccolto qualche testimonianza.
"Ho vissuto personalmente questa tragedia che ricorderò per sempre. Ma quello che non scorderò mai sono le lacrime di mio padre ottantenne. I miei genitori abitano... no, ho sbagliato: abitavano in via Lapi sopra il bar al primo piano e hanno perso tutto. Non trovo un appartamento in affitto per ridar loro una parvenza di serenità. C'è qualcuno che può aiutarmi? Ho il cuore gonfio di angoscia". Questo l'appello di una donna. Tra i commenti, decine di consigli e di proposte di aiuto.
Una toccante richiesta arriva da Faenza: "Come tanti faentini, ho dovuto buttar via tutto: materasso, lavatrice, frigo, divano, computer, forno ecc. ecc. Se qualcuno ha qualche cosa da darmi (anche pagando) ne sarei lieto. Anche se è presto per pensare a riarredare".
emilia-romagna

La solidarietà dei romagnoli: offerte di aiuto e regali di tutti i tipi

Insieme alle richieste, i social sono anche piene di offerte di aiuto e di regali. C'è chi offre il proprio tempo e le proprie braccia per spalare il fango via dalle case di perfetti sconosciuti, e chi, invece, regala mobili ed elettrodomestici. Una catena di solidarietà che riempie il cuore. Di seguito, il post condiviso da una signora, che regala la sua lavatrice agli alluvionati:

emilia-romagna

E c'è poi chi, da altre zone d'Italia, lancia un appello per regalare mobili e decine di pezzi di arredamento per "gli amici romagnoli". Ecco il post comparso sui social:

emilia romagnaUn popolo forte, intorno al quale tutta l'Italia si stringe. E che nemmeno nei momenti più bui non perde la voglia di ricominciare, né quella di scherzare.

LEGGI ANCHE >>> Emilia Romagna, il gesto di Cricca di 'Amici 22': le toccanti foto tra le macerie