giovedì, Giugno 8, 2023
HomeLifestyleNapoli, perché visitare il Vesuvio in questa stagione: sarà impossibile trattenere le...

Napoli, perché visitare il Vesuvio in questa stagione: sarà impossibile trattenere le lacrime

La città di Napoli esplode nella festa scudetto e nel turismo: ecco perché la stagione più bella per visitare il Vesuvio è questa. 

Il gigante dormiente della città di Napoli è il famosissimo Vesuvio che puntualmente cattura l'attenzione di moltissimi turisti sparsi per il mondo. In questa stagione tutta la città di Napoli è in festa per la vittoria dello scudetto e sono tantissimi i viaggiatori che hanno raggiunto il centro storico per ammirarne i colori. Il panorama più famoso della regione Campania è proprio quello del golfo della città in cui spicca il Vesuvio.

Dall'alba al tramonto fino ad arrivare alle ore più oscure della notte il Vesuvio sorveglia la città di Napoli e cattura l'attenzione di chiunque si trovi davanti al panorama mozzafiato. Oltre ai monumenti più famosi della città partenopea e alle sue strade caratteristiche, imperdibile è anche la visita al vulcano che più di tutti è famoso in Italia. Ecco perché visitarlo proprio in questa stagione e a quali altre tappe è possibile abbinarlo per un itinerario semplicemente perfetto.

Visitare il Vesuvio: tutto il fascino e l'emozione del gigante dormiente che sorveglia la città di Napoli

Visitare Napoli è tra le esperienze più affascinanti d'Italia e in questo momento storico la città conserva tutta l'emozione della vittoria dello scudetto. Un'atmosfera di festa che è possibile respirare in tutto il territorio e che non risparmia il famoso Vesuvio. Le visite al vulcano più famoso d'Italia sono aperte ed è possibile inoltre abbinare quest'itinerario a molto altre tappe prestigiose.

Napoli
Il cratere del Vesuvio visto dall'alto

In questa stagione la visita al cratere del Vesuvio è perfetta soprattutto per le condizioni climatiche. Si tratta infatti di una passeggiata a piedi piuttosto impegnativa e nei mesi estivi il caldo di certo non aiuta. Anche l'inverno con le sue temperature basse e le piogge è rende tutto più complicato mentre le giornate di sole in primavera rendono questo momento semplicemente magico. Essere così vicini alla bocca del cratere renderà quest'esperienza emozionante e basterà voltarsi per restare in preda alla meraviglia osservando la città di Napoli e il suo golfo da un'altra prospettiva, piuttosto insolita. Una tappa che diventa fondamentale in qualsiasi tour napoletano che si rispetti, ma a cosa abbinarla?

Non troppo distante dalle pendici del Vesuvio che permettono ai viaggiatori di raggiungere il luogo per cominciare la propria visita ci sono gli scavi di Pompei e di Ercolano. I resti della città antica contribuiranno a rendere l'esperienza un mix tra panorama mozzafiato e storia che merita di essere visitata in ogni angolo. Impossibile dunque trattenere l'emozione in questi luoghi che riportano i visitatori dritti nel passato.

LEGGI ANCHE>>>"Non si è accorto di avere il microfono acceso e...", il video YouTube che incastra Liberato in concerto a Napoli