striscia napoli

Striscia, a Napoli c'è un mercato nero creato ad hoc per la Festa Scudetto: l'assurda rivelazione di Luca Abete

Luca Abete, inviato di Striscia la Notizia, ha spiegato perché sono aumentati i furti di automobili a Napoli nel periodo di attesa per la vittoria del Campionato di Serie A

Oggi pomeriggio, al termine della trentaduesima giornata di Serie A, si potrebbe già avere il nome della squadra vincitrice dello scudetto. Nonostante ci separino ancora diverse settimane dal termine della stagione di campionato, infatti, la vittoria del Napoli sarebbe matematicamente certa se quest'ultima vincesse contro la Salernitana e se la Lazio, seconda in classifica, non vincesse contro l'Inter. I cittadini napoletani sono già pronti a festeggiare, come si vede dalle numerose foto e video diffusi sul web. Proprio in questo articolo, ad esempio, abbiamo mostrato cosa è accaduto ieri sera nei pressi del noto murales di Diego Armando Maradona, nei Quartieri spagnoli del capoluogo campano.

Come spesso accade nei momenti di festa, sfortunatamente c'è una piccola percentuale di persone che approfitta di questo clima allegro e spensierato per commettere magagne e atti illeciti. Luca Abete, inviato di Striscia la Notizia, ne ha parlato nel corso di diversi servizi realizzati per il noto programma Mediaset. In uno di questi, di cui abbiamo parlato qui, l'inviato ha spiegato che, in città, circolerebbero delle automobili senza assicurazione e 'decapitate', in quanto private del tettuccio, e addobbate con gadget della squadra partenopea. Vetture che, naturalmente, metterebbero in pericolo l'incolumità dei cittadini.

Striscia la Notizia: il servizio di Luca Abete a Napoli

A proposito di automobili, secondo quanto riportato dall'inviato del tg satirico ideato da Antonio Ricci, sarebbero aumentati i furti di automobili nella città. "Associato alla Festa Scudetto, ci sarebbe, quindi, un incremento di furti di auto, da modificare e da utilizzare in strada per i festeggiamenti. Tanto i controlli non ci sono", ha detto Abete. Quest'ultimo ha, poi, spiegato di aver intervistato un agente della Polizia Municipale, il quale ha confermato l'impossibilità di controllare una situazione incontrollabile.

"Esisterebbe, poi, anche un mercato nero delle auto sequestrate, da usare e poi far sparire", ha aggiunto Abete, che ha mostrato il video in cui un carrozziere avrebbe sostenuto quanto appena dichiarato dall'inviato. "Abbiamo fatto delle ricerche, e ci siamo imbattuti, senza troppe difficoltà, in un campione d'Italia di vendita di auto sequestrate per i festeggiamenti", ha detto l'inviato. Nessun libretto di circolazione e niente assicurazione, insomma, per queste auto che sarebbero utilizzate soltanto per i festeggiamenti, e poi immediatamente fatte rottamare.

striscia napoli
Luca Abete intervista la rivenditrice. (Fonte: Striscia la Notizia).

"Tanto quel giorno, chi vi ferma? Ci saranno tantissime persone, nessuno vi controllerà", avrebbe detto il rivenditore di auto sequestrate. L'inviato si è, dunque, presentato da una delle rivenditrici, che è scappata in macchina. "Dovete rendervi conto che non si può fare tutto quello che si vuole con la festa per lo Scudetto!", ha detto l'inviato. Sembra, però, che questo tipo di business sia destinato a continuare, almeno fino alla vittoria della squadra partenopea.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, tifosi acquistano gadget per la partita Napoli-Salernitana con un escamotage illegale: Luca Abete svela come ci riescono