giovedì, Giugno 8, 2023
HomeSpettacoloIncoronazione Carlo, sudditi costretti a pronunciare una frase vergognosa: quando e come...

Incoronazione Carlo, sudditi costretti a pronunciare una frase vergognosa: quando e come avverrà il giuramento

L'incoronazione di Carlo è ormai imminente. Ma quando avverrà? E soprattutto, qual è la frase che ha indignato i suoi sudditi?

Manca sempre meno all'incoronazione di Re Carlo III, grazie alla quale il sovrano inglese succederà in maniera ufficiale alla defunta Regina Elisabetta. Presso l'Abbazia di Westminster già comincia a respirarsi l'aria di festa per un evento che gli inglesi attendono da tempo. D'altro canto, il regno della madre di Carlo è durato oltre 70 anni e la maggior parte dei britannici non ha assistito alla cerimonia. Ovviamente, accanto al padre dei due rampolli William ed Harry, ci sarà Camilla Shand, Regina Consorte. Ma quando avverrà tutto questo?

In base a quanto reso noto già da tempo, la data scelta per l'incoronazione di Re Carlo è sabato 6 maggio. La cerimonia, che coinvolgerà non solo l'Inghilterra, ma anche il mondo intero quanto ad importanza mediatica, dovrebbe iniziare intorno alle 11. La festa però durerà un bel po'. In particolare, anche lunedì 8 maggio sarà un giorno festivo in tutta la nazione britannica. Insomma, si prevedono grosse ondate di persone intente a celebrare il sovrano. Ma siamo sicuri che tutti i cittadini saranno contenti per l'evento? C'è una frase che dovranno pronunciare che fa davvero storcere il naso.

Incoronazione Carlo, quando gli inglesi dovranno pronunciare parole indicibili

C'è solo un modo in cui gli inglesi potranno giurare fedeltà completa a Re Carlo III nel corso della cerimonia d'incoronazione sabato prossimo, ed è stato svelato nel momento in cui i cittadini antimonarchici hanno ammesso che non sosterranno la Corona. Nello specifico, questi ultimi hanno parlato anche dei difensori della monarchia in maniera dispregiativa, dal momento che favoriscono una famiglia che approfitta di tutto e sottrae denaro al benessere pubblico, in maniera più o meno legale. La frase che ha fatto indignare gli antimonarchici è la seguente.

Incoronazione Carlo
Re Carlo III e Camilla, Regina Consorte: l'incoronazione è ormai imminente

"Giuro che presterò completa fedeltà a Sua Maestà e ai suoi eredi e successori in base a quanto stabilisce la legge. Pertanto, Dio aiutami". Le parole incriminate saranno pronunciate dal pubblico presente all'evento, ma anche dai cittadini che - dalle loro abitazioni saranno 'costretti' dall'arcivescovo Justin Welby a unirsi in coro per l'imminente monarca inglese.

Sui social, i repubblicani invitano le persone a sottrarsi a quest'ulteriore umiliazione da parte della famiglia reale e la smascherano scrivendo: "In realtà la famiglia reale vi sta chiedendo di cantare: 'Giuro che pagherò tutto a Sua Maestà e ai suoi eredi e successori...'". Re Carlo, in definitiva, non è ancora sul trono, ma ha già tanti nemici. E non solo quelli esterni alla propria famiglia. Lo stesso Principe Harry ha asserito che parteciperà all'incoronazione per appena un paio d'ore, salvo poi tornare di corsa negli Stati Uniti per festeggiare il compleanno di suo figlio Archie.

LEGGI ANCHE: Il Paradiso delle Signore, Flavio Parenti rivela sconcertato: "Mi succede dai tempi di 'Un Medico in Famiglia'"