le iene

Le Iene, tantissimi italiani pagano questa tassa inconsapevolmente: Nicola Barraco rivela dove finiscono i soldi e quanti sono

Le Iene, gran parte degli italiani paga questa tassa inconsapevolmente: Nicola Barraco rivela dove vanno a finire i soldi

Nonostante l'assenza di Belén Rodríguez, che ha scoperto di avere il Covid, la puntata di ieri de Le Iene è andata regolarmente in onda. A condurla è stato Max Angioni, aiutato da Eleazaro Rossi e Nathan Kiboba. Tra i servizi trasmessi nell'ultima puntata, uno di quelli che ha fatto maggiormente discutere è stato il servizio realizzato da Nicola Barraco. L'inviato del programma di Italia 1 ha parlato di una quota di imposta di cui tutti hanno sentito parlare, ma che pochi conoscono veramente bene: l'Otto per mille o 8x1000. Questa è una quota di imposta sui redditi soggetti all'IRPEF, e cioè all'imposta sul reddito delle persone fisiche, che lo Stato italiano distribuisce a uno dei dodici enti religiosi che hanno determinato l'intesa con lo stesso. Ogni cittadino italiano, che percepisce un reddito di questo tipo, può decidere a chi intestare l'otto per mille. Anche chi non fa questa scelta, però,

In particolare, Barraco ha rivelato che circa il 60%, e cioè i due terzi, dei cittadini italiani non fa questa scelta. In particolare, nel 2022, solo il 41,2% dei contribuenti ha scelto una delle confessioni religiose, come la Chiesa Cattolica, la Chiesa Evangelista o l'Unione Buddhista, oppure lo Stato, tra le opzioni disponibili nel modulo dell'Agenzia delle Entrate. E allora, che fine fanno i soldi degli italiani che decidono di non destinare l'8x1000 a nessuno in particolare?

Le Iene: il servizio di Nicola Barraco

Molti dei cittadini intervistati da Barraco hanno risposto in maniera più o meno sicura. "Restano allo Stato" hanno risposto. E invece no: come ha spiegato il giornalista Sergio Rizzo, infatti, quel 60% di tasse di contribuenti che non hanno scelto un ente viene suddiviso a seconda delle percentuali espresse di chi ha scelto di mettere una X per un credo. E, dato che il 77,5% delle persone che decidono di intestare l'8x1000 a uno dei credi religiosi disponibili, sceglie la Chiesa Cattolica, anche il 77,5% di quei soldi che gli italiani non hanno deciso di assegnare va alla Chiesa Cattolica. Ma di quanto si tratta, effettivamente?

Secondo quanto riportato da Sergio Rizzo, la Chiesa Cattolica incassa poco più di un miliardo di euro dall'8x1000. "Di questo miliardo di euro, circa 650 milioni sono regalati" ha spiegato Rizzo. Regalati nel senso che nessuno sceglie di assegnarli direttamente alla Chiesa. Nel corso del servizio, Barraco ha spiegato che bisognerebbe informare meglio i cittadini, per dare loro, effettivamente, una maggiore consapevolezza nella scelta dell'ente a cui destinare l'8x1000, che sia la Chiesa Cattolica, lo Stato o qualsiasi altro credo.

LEGGI ANCHE>>>Classi energetiche, riqualificare una casa è meno costoso di quanto si pensi: Matteo Viviani de Le Iene rivela come risparmiare