Jerry Calà colpito da infarto

Jerry Calà colpito da un infarto: quali sono i sintomi e come salvarsi la vita

Jerry Calà ha avuto un infarto nella notte tra venerdì e sabato. Il noto attore e comico si trovava a Napoli per lavoro e attualmente è ricoverato presso una clinica privata partenopea. Quali sono i sintomi dell'infarto e come ci si salva la vita in questi casi?

La notizia ha iniziato a fare il giro dei social nelle prime ore del mattino: Jerry Calà è stato colpito da un infarto. L'attore si trovava presso un noto albergo napoletano a due passi dal mare, nella zona di Santa Lucia, quando intorno alle 2 di notte ha accusato i sintomi di un infarto. Il personale dell'albergo ha allertato il 118 e i sanitari lo hanno prontamente trasportato presso la Clinica Mediterranea, un ospedale privato di Napoli, dov'è stato ricoverato in codice rosso.

L'attore si trovava a Napoli per girare un film dedicato a sé stesso: "Hanno rapito Jerry Calà: il riscatto è un problema". Diversi personaggi famosi italiani, sui social, hanno dedicato un pensiero al loro collega e amico. Tra i post con più interazioni su Instagram si registra quello di Mara Venier, che per un breve periodo è stata sposata con l'attore. La 'Zia' ha rassicurato tutti: Calà è stato operato e, per quanto la situazione sia delicata, la Venier scrive che "sta bene". Le sue parole rappresentano un enorme sospiro di sollievo, mentre si attendono aggiornamenti ancora più rassicuranti.

Infarto: cause, sintomi e come salvarsi

Cos'è l'infarto? Partiamo da un triste dato di fatto: gli infarti, nel mondo occidentale, sono la prima causa di morte tra le persone. Ma cos'è, davvero, un infarto? Questo evento succede quando il flusso di sangue verso il muscolo cardiaco si blocca. Se la circolazione non viene ripristinata nel giro di pochi secondi, la sezione del cuore interessata inizia a danneggiarsi per la mancanza di ossigeno.

Quali sono i sintomi? Bisogna fare una differenza tra uomini e donne. Nei primi, i sintomi più comuni sono le difficoltà di respirazione, il fiato corto, fastidio al torace e sensazioni di malessere, come nausea, vomito e vertigini. Nelle donne, un sintomo da non sottovalutare sono dolori alla schiena o alla mascella, così come la mancanza di respiro e la già citata nausea.

Come salvarsi? I cardiologi consigliano quattro azioni. La prima è la più scontata: chiamare immediatamente il 118. È sconsigliato recarsi all'ospedale con mezzi propri: l'attacco di cuore potrebbe sopraggiungere in automobile e diventare ancora più rischioso, sia per chi ne sta soffrendo che per gli altri automobilisti. Se l'infarto non si veriifica ma ci sono tutti i sintomi sopracitati, è bene comunque chiamare il proprio medico curante e chiedere un parere a lui sul da farsi. Un rimedio fai-da-te è la pillola di nitroglicerina, ma solo se il medico curante l'ha già prescritta.

LEGGI ANCHE: Rudy Smaila, figlio di Umberto Smaila 'smaschera' in diretta Jerry Calà: "Vi dico io chi è davvero"