Margot Sikabonyi, la 'Maria' di Un medico in famiglia, annuncia un nuovo progetto: "Finalmente posso dirvelo"

Margot Sikabonyi

La 'Maria' di Un medico in famiglia racconta sui social il suo nuovo progetto. Ecco dove potremmo vederla prossimamente

Margot Sikabonyi è nota a tutti per essere la Maria della fiction Un medico in famiglia. Dopo anni ad interpretare il ruolo della figlia di Lele Martini, la giovane attrice ha cambiato completamente vita: si occupa di fare la mamma a tempo pieno. Questo la rende felice? Impossibile dirlo, anche se di recente si è mostrata con una certa frequenza su TikTok. Proprio qui ha rivelato un suo progetto imminente. Riusciremo a vederla di nuovo in tv?

Maria di Un medico in famiglia pronta a un nuovo progetto: dove la vedremo

Più volte Margot Sikabonyi ha ammesso che, qualora ci fosse una prossima stagione di Un medico in famiglia, vi prenderebbe parte con somma gioia. La verità è però che oltre ad essere un'attrice, l'essere mamma adesso le impiega tutto il suo tempo. Proprio per questa ragione, la nostra amata 'Maria' non tornerà sul piccolo schermo. Invece, ha scelto di promuovere un progetto per il web, proprio su TikTok. Il nome del format? Tazza di te. All'interno dello stesso, Margot invita tutti i suoi fan a domandarsi sempre come stiano e racconta diverse vicende della sua vita.

Ad esempio, nel primo della serie di video pubblicati sul social cinese la Sikabonyi dice: "Ce l'ho fatta, non ci credo, i bimbi sono a scuola, in orario. Ho dovuto affrontare 27 miliardi di ostacoli. Non vi dico la mia mattinata, ma immagino anche la vostra. Mio figlio decide, ad esempio, che ha fame ogni volta che apro la porta di casa, non lo so perché. Comunque ce l'ho fatta. Io adesso vorrei godermi questa tazza di thè che ormai è congelato, ma che mi sono dovuta portare perché io a casa non ho tempo".

Margot Sikabonyi presenta il suo nuovo format web 'Tazza di te'

Margot svela inoltre che vorrebbe fare una chiacchierata con i suoi fan e di aver pensato proprio al format Tazza di te perché nessuno le chiede mai come stia. "Io credo che ci sia un potenziale invece dietro questo come stai, che sia proprio importante. Prima di essere persi all'interno della propria giornata, di farsi avvolgere da problemi ansia, di non farcela, di non essere abbastanza, chiediamoci come sto". Infine, conclude dando appuntamento ai suoi seguaci: "Io penso che questa cosa dovremmo farla una volta a settimana, dicendoci delle cose che abbiamo paura di affrontare, che abbiamo vergogna di dire".

LEGGI ANCHE: Niccolò Centioni vuota il sacco: “Com’è stata la mia vita dopo i Cesaroni”, e su Claudio Amendola…