Modric all'Inter? Più fattibile che mai: perché questo è l'anno buono

Luka Modric è sicuramente uno dei centrocampisti più forti al mondo. Nonostante non sia più giovanissimo, il croato può ancora giocare ad alti livelli. Il mercato estivo del 2023 può essere quello della svolta per il suo passaggio all'Inter? Vediamo perché le possibilità aumentano di giorno in giorno.

Tra gli appassionati di calcio, gli sfottò rappresentano la normalità. Sia online che offline molti milanisti e juventini, negli anni scorsi, hanno preso in giro gli interisti per la questione Luka Modric. Il croato, secondo alcuni giornalisti italiani, sarebbe stato a un passo dall'Inter nel 2018. Quell'anno per lui è stato e sarà per sempre speciale perché con 753 punti si aggiudicò il Pallone D'Oro, il primo della sua carriera.

Proprio la vittoria del prestigioso trofeo individuale avrebbe convinto Florentino Perez a ritoccargli l'ingaggio e assicurargli altri quattro anni da protagonista (e capitano) al Real Madrid. A febbraio 2023, Modric è ancora un giocatore dei Blancos. Quella in corso è la sua decima stagione consecutiva in Spagna: qui arrivò nell'estate del 2012 dal Tottenham. A giugno del 2022 iniziarono a comparire i primi segnali che facevano pensare a un addio. Modric si prese molto tempo per accettare la proposta di rinnovo con il Real Madrid, di 'soli' dodici mesi. Nonostante l'enorme stima di Florentino Perez nei suoi confronti, negli ultimi mesi sarebbero nati dei problemi tra i due. Attualmente Modric sarebbe ancora più titubante di qualche mese fa circa un nuovo prolungamento del contratto, fino al 2024.

Modric in bilico: l'Inter sta a guardare

Secondo fonti giornalistiche, infatti, Florentino Perez ha chiesto al calciatore di abbandonare la Nazionale croata o di ridurre sensibilmente l'impegno al suo interno. Una richiesta che l'attuale numero 10 si sarebbe detto non disposto ad accettare. A 37 anni, inoltre, per lu potrebbe essere il momento di un'ultimissima chance in un top club europeo diverso dal Real. Quel top club potrebbe essere l'Inter: qui Modric troverebbe l'amico e connazionale Brozovic, si farebbe perdonare il passaggio saltato in extremis dell'estate 2018 e continuerebbe a giocare in Champions League.

All'Inter Modric sarebbe un titolare? Difficile da dire: se Calhanoglu, Barella e Brozovic dovessero rimanere (e i dubbi in tal senso sono pochi, visto l'attaccamento alla maglia), la concorrenza sarebbe altissima. Quel che è sicuro è che il calciatore originario di Zara a settembre compirà 38 anni. La qualità è innegabile ma è altrettanto vero che poche squadre di alto livello riescono a garantire un posto da titolare fisso a un calciatore della sua età. Staremo a vedere: cinque anni dopo il famoso caso del trasferimento saltato last minute, il 2023 potrebbe essere davvero l'anno di Modric all'Inter, visto che la sua avventura con il Real Madrid si avvia alla conclusione. Marotta è pronto per l'ennesimo colpaccio a parametro zero? Se ne riparlerà molto presto.

LEGGI ANCHE: Zaniolo al Galatasaray, è fatta: perché è una buona notizia anche per l'Inter