Piacere femminile, la scienza scopre un 'trucchetto' per far davvero felice la tua lei (ma forse lo conoscevi già)

scienza
Una scoperta che forse non rivoluzionerà il mondo della scienza, ma che potrebbe cambiare in meglio il rapporto di tante coppie in crisi. Indizio: il segreto è nella natura
Ci sono coppie che le provano proprio tutte per far sì che le cose funzionino meglio sotto le lenzuola. C'è chi la butta sul romanticismo, spargendo petali di rose e sistemando candele profumate a bordo di una vasca d'acqua bollente. C'è chi organizza viaggi da sogno per ritrovare l'equilibrio di coppia in un Paese esotico, lontano, in cui essere e sentirsi diversi. O chi, ancora, gioca con la fantasia, e ci dà dentro con i travestimenti: cosplay e manga per dar sfogo alle più assurde versioni di se.
Se avete già battuto ciascuna di queste strade per risollevare la complicità ma niente, la vostra love story non ne vuole sapere di resuscitare, non disperate. Perché per voi, cari annoiati amici, c'è ancora una speranza. E arriva direttamente dal mondo della scienza.
Una scoperta che forse non ci sconvolgerà, ma che potrebbe, tuttavia, rappresentare una bella scorciatoia, soprattutto per le femminucce. Alla cui soddisfazione è spesso legato il successo sessuale di coppia.
Stiamo parlando di una ricerca, coordinata dalla sessuologa Amanda Moser, recentemente pubblicata sul Journal of Cannabis Research, secondo la quale le donne riescono a raggiungere più facilmente l'apice del piacere dopo aver assunto della marijuana.Ma come ci sono arrivati, gli esperti, a questa conclusione? Ben 800 persone tra i 18 e gli 85 anni circa sono state sottoposte a un sondaggio sul consumo di cannabis. Più del 70% di loro ha dichiarato che consumare marijuana prima di fare l'amore ha aumentato il desiderio e l'intensità dell'orgasmo. E a beneficiarne di più sono proprio le donne.

Marijuana prima di un rapporto sessuale: la scelta 'sensazionale' della scienza (che forse molti conoscevano già)

E' questa una di quelle notizie che solleva un po' l'ilarità delle persone, e che accade ogni volta che la scienza scopre qualcosa che, forse, era già di dominio pubblico.
Non stupisce, infatti, che la cannabis 'aiuti' a letto. Il motivo è semplice: stiamo parlando di una sostanza capace di rilassare mente e corpo grazie all'azione del principio attivo delta-9-tetraidrocannabinolo (THC), capace di interagire con i recettori del sistema endocannabinoide nel cervello e nel corpo. Tradotto: assumere cannabis causa un generale rilassamento muscolare, oltre a ridurre lo stress e ad aumentare ogni sensazione di benessere. Compresa (e, soprattutto) quello derivante dal sesso.

LEGGI ANCHE >>> Anche Tutankhamon lo usava: la scoperta che sbalordì (e fece ridere) il mondo della scienza