Biagio D'Anelli sulle dichiarazioni di Pupo: "Francesco Totti ludopatico? Vi dico io la verità"

Le ultime dichiarazioni di Pupo su Francesco Totti hanno generato un gran parlare sui principali social e siti di informazione. Biagio D'Anelli è intervenuto per dire la sua e smontare totalmente tali suggestioni.

Impossibile non trovarsi davanti questa notizia tra internet e giornali che riguarda le parole del cantautore toscano Pupo. I principali siti hanno riportato in questi giorni le sue dichiarazioni relative ad una partita di poker con Francesco Totti. Dopo tutta la bufera mediatica scoppiata la scorsa estate a seguito della separazione da sua moglie Ilary Blasi, non si arresta il fiume di articoli che riguardano il campione giallorosso.

"Ho giocato a poker con Francesco Totti una volta sola, in occasione di un torneo di solidarietà organizzato per raccogliere fondi in favore dei terremotati dell'Aquila. Ricordo che guardandolo negli occhi, mi accorsi subito che giocare lo appassionava molto". Sbilanciandosi ha poi continuato: "Totti è una persona buona, sensibile e generosa. Caratteristiche che purtroppo, sono quasi sempre presenti nei soggetti affetti da ludopatia". Biagio D'Anelli, l'ex-vippone ed esperto di gossip, ci ha tenuto a chiarire un paio di cose in relazione alle parole del cantante toscano.

Biagio D'Anelli sul caso Pupo-Francesco Totti: "La bontà è il vero e unico problema del calciatore"

Biagio D'Anelli, con una serie di storie su Instagram e un audio su Whatsapp a noi inviato, ha deciso di intervenire dopo il racconto di Pupo. Si è naturalmente allacciato alla sua suggestione nei confronti di Francesco Totti. Il dj pugliese è un fiume in piena. Come si fa a sostenere una cosa del genere affidandosi soltanto allo sguardo di una persona durante una sfuggente e probabilmente anche caotica partita a poker? "Francesco Totti ha un unico grande problema: è troppo buono".

D'Anelli ha descritto il Pupone come un grande benefattore. Una persona che ha aiutato amici sull'orlo del baratro, donando loro soldi e non solo quando si trovavano in situazioni economiche più che spiacevoli. Il calciatore ha costruito un impero. Dispone di una fortuna di cui non beneficia solo ed unicamente lui e i suoi affetti. Tante altre persone probabilmente in questi anni, se ne sono spesso approfittate. L'ex-gieffino, certamente al corrente di fatti che a noi sfuggono, afferma con sicurezza e grande convinzione questa tesi. Dunque ha escluso l'ipotesi lanciata da Pupo, che dal suo canto, si è basato solo ed unicamente su una sua impressione avuta a contatto con il Capitano.

LEGGI ANCHE>>>Divorzio Totti-Blasi, l'accordo è vicino: cosa succederà il prossimo 14 marzo