giovedì, Gennaio 26, 2023
HomeCronaca e PoliticaRoma, caos cinghiali: la transumanza a Montespaccato e la tragica fine degli...

Roma, caos cinghiali: la transumanza a Montespaccato e la tragica fine degli esemplari catturati a Villa Pamphilj

Uno dei problemi più gravi percepiti dai cittadini di Roma è rappresentato dalle colonie di cinghiali, che aumentano di numero ogni giorno. Questa settimana si segnalano due casi eclatanti: la 'transumanza' a Montespaccato e la tragica fine degli esemplari catturati a Villa Pamphilj.

Da quando è in carica il nuovo esecutivo di centro-destra, sono state numerose le nuove leggi che hanno sollevato polemiche sui social. Una che ha scatenato un numero altissimo di reazioni, anche esilaranti, riguarda l'emendamento volto a contrastare la diffusione dei cinghiali nelle grandi città. In estrema sintesi, è diventato legale sparare - per chi possiede legalmente un'arma - alla fauna selvatica invasiva, anche nelle aree protette e nei parchi. Si tratta di una legge a carattere generico pensata soprattutto per la città di Roma.

Nella capitale, soprattutto nelle zone lontane dal centro antico, i cinghiali rappresentano un vero e proprio problema. La popolazione è aumentata a dismisura negli ultimi dieci anni e alcuni esemplari hanno causato veri e propri danni alle persone e alle cose. Non meno importante il fatto che molti cinghiali abbiano la peste suina, una malattia da debellare per il bene comune. Si contano numerosi incidenti causati per colpa di questi animali, in certi casi finiti tragicamente per gli esseri umani. La misura approvato dal Governo Meloni ha trovato il beneplacito di molti cittadini, mentre gli animalisti l'hanno duramente criticata e stanno continuando a farlo.

Gli episodi della settimana

La settimana corrente è stata caratterizzata da due episodi clamorosi su questo fronte. In primis si segnala l'ennesimo video in cui ci sono decine di cinghiali che camminano a ridosso della carreggiata, in fila indiana. Le immagini arrivano dal quartiere Montespaccato e mostrano chiaramente circa venti esemplari, leggermente spaventati, che camminano sui marciapiedi delle città, terrorizzando i cittadini che non sono a bordo della propria auto e meno protetti contro eventuali (seppur improbabili) attacchi delle bestie:

Nelle scorse ore aveva fatto discutere lo scontro (solo verbale) tra ambientalisti e autorità a Villa Pamphilj. È successo che la Polizia locale romana ha chiuso il 'polmone verde' della città dopo che era stata segnalata la presenza di circa dieci cinghiali al suo interno. A quanto si apprende sull'edizione romana di Repubblica, gli animali sono stati narcotizzati con delle file di sonnifero e otto di loro verranno abbattuti nelle prossime 48 ore. Gli animalisti hanno protestato contro questa decisione e alcuni di loro sono stati identificati dalla Polizia. Sul web è circolato il video di un cinghiale coperto da un telo bianco di plastica. Secondo gli animalisti si trattava di un cucciolo ucciso all'istante, mentre l'Asl ha fatto sapere che sul momento non c'era stato alcun abbattimento, lasciando forti dubbi sul reale destino della bestia.

LEGGI ANCHE: Incubo cinghiali: dopo Roma arrivano anche a Parma. Incidente sfiorato in autostrada