venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeSpettacoloUn Medico in Famiglia, Pietro Sermonti vuota il sacco su Guido e...

Un Medico in Famiglia, Pietro Sermonti vuota il sacco su Guido e gli anni sul set: "È stato terribile"

In un'intervista pubblicata dai ragazzi di Tintoria Podcast, Pietro Sermonti ha ripercorso gli anni in cui per tutta Italia, è stato Guido Zanin in Un Medico in Famiglia.

"Una palestra", così Pietro Sermonti ha definito i primi anni in cui, con il camice da medico della Asl in Un Medico in Famiglia, si faceva conoscere nei panni di Guido. Oggi star del cast di Boris, una delle serie più amate dal pubblico italiano, ha mosso i suoi passi proprio nella popolare fiction di Rai 1, probabilmente la più amata di sempre e oggi disponibile su Netflix.

Nella terza stagione, arrivava in casa Martini da Milano: la più grande dei figli di Lele, partito per l'Australia con la moglie Alice e gli ultimi due bambini, si innamora perdutamente di lui. La loro storia è durata per anni: tre serie in cui si sono sposati ed è nata anche una bambina. Il medico però, muore dopo la sesta stagione e all'inizio della settimana, la giovane piange la sua scomparsa e ricomincia al fianco della new-entry, il giornalista Marco. Cosa ha significato per Sermonti far parte di una delle storie che più hanno entusiasmato i telespettatori di Rai 1 e come riguarda a quegli anni, i primi davanti ad una telecamera?

Pietro Sermonti su Un Medico in Famiglia: "Ho chiesto io di far morire Guido"

Nell'intervista presente sul canale Youtube di Tintoria, è presente un video che mostra l'intero spezzone dell'intervista in cui Pietro Sermonti parla della sua esperienza a Un Medico in Famiglia. All'inizio, ha dovuto cimentarsi in qualcosa di molto complicato: "Guido seduce e parla con molti giochi di parole, io non ne ero capace, ma gli autori mi hanno dato fiducia". L'attore era amatissimo, soprattutto dalle ragazze più giovani che lo fermavano dappertutto chiedendo un autografo: "Merito del mio personaggio se molte ragazze, all'epoca 12enni, si sono iscritte alla facoltà di medicina". In seguito, l'uomo ha parlato dei ritmi sul set, all'epoca molto diversi dall'andamento delle cose oggi e ha definito 'terribile' il lavoro da seguire giorno dopo giorno.

Questo però gli ha permesso di cimentarsi in qualcosa che ancora oggi ricorda con orgoglio, anche se negli anni si è discostato da quel genere e da quel modo di recitare e proporsi al grande pubblico. "La morte di Guido? Sono stato io a chiederla. Doveva sparire nel nulla", ha dichiarato aggiungendo un particolare che forse è sfuggito agli autori della serie, oppure è stata una sua disattenzione nel seguire la trama dopo la sua uscita di scena. Nelle prime puntate della settima stagione, si attribuisce la sua morte ad un incidente stradale. Sermonti durante l'intervista invece, ha parlato di qualcosa che sarebbe accaduto durante una missione in Africa.

LEGGI ANCHE>>>Un Medico in Famiglia: perché Guido e Maria sono ancora la coppia più amata sui social dopo 20 anni