venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeCronaca e PoliticaLe Iene, clochard che ha rinunciato al figlio cambia vita. La storia...

Le Iene, clochard che ha rinunciato al figlio cambia vita. La storia di Sabrina e Michael commuove l'Italia

Roberta Rei de Le Iene ha fatto luce su un caso di cui si è parlato nelle scorse settimane: ecco la verità raccontata dalla clochard

Ieri, dopo le vacanze di Natale, è finalmente andata in onda una nuova puntata de Le Iene, programma condotto da Teo Mammucari e Belen Rodriguez. Come al solito, il programma in onda su Italia 1 è stato molto seguito dai telespettatori, che hanno apprezzato i servizi trasmessi. Uno dei servizi che ha fatto maggiormente discutere è quello realizzato da Roberta Rei. La Iena ha fatto luce su un caso di cui si è parlato molto in queste ultime settimane. La storia riguarda una donna senzatetto, Sabrina, che vive nei pressi della stazione di San Donato Milanese ma è originaria, col compagno, di un centro nei pressi di Cagliari. La donna, secondo quanto riportato dalla stampa, avrebbe partorito e subito dato in adozione il figlio, non riconoscendolo.

Roberta Rei ha voluto fare chiarezza sulla storia della coppia, dato che negli ultimi giorni si era detto di tutto. Dalla famiglia che li aspettava a problemi di droga: se ne sono sentite di tutti i colori e, per questo, l'inviata ha voluto sentire la verità di Sabrina. È, per questo, andata a trovare la coppia, formata da Sabrina e dal fidanzato Michael, e ha intervistato la donna. I due, che vivevano in un paesino piccolo in provincia di Cagliari, hanno preso la decisione di trasferirsi perché tutti, nel centro, li conoscevano e li tenevano d'occhio. La loro eccentricità non passava inosservata, e a un certo punto i due hanno deciso di andarsene. L'ex datore di lavoro di Michael li aveva, infatti, contattati dalla Germania per offrire loro due lavori.

Le Iene: il servizio di Roberta Rei

Per un po' di tempo, in Germania la situazione era andata bene. La coppia aveva una casa e dei lavori stabili. Con l'arrivo della pandemia e del lockdown, però, hanno perso il lavoro. Da lì, hanno iniziato ad avere problemi con i soldi e, poi, con i luoghi dove vivere. Sono stati espulsi dalla Germania e, dopo diverse peripezie, sono arrivati a Milano. Lì, Sabrina ha scoperto di essere incinta, quando ha visto crescere la pancia. "Non potevo accorgermene subito, sennò avrei risolto in un altro modo, ti dico la verità" ha ammesso Sabrina, spiegando che avrebbe fatto un'Interruzione Volontaria di Gravidanza, perché in queste condizioni sarebbe stato impossibile avere un bambino.

La ragazza ha partorito in ospedale dopo 15 ore di travaglio in tenda. Sabrina non ha chiesto aiuto all'inizio perché non si sentiva di essere mamma, non era una cosa cercata. "Ci insultano, mi dicono che faccio sc**fo, mi sto trovando anche male per questa cosa perché la gente ha sempre da ridire sulle scelte degli altri" ha detto Sabrina. Ma è convinta della scelta che ha fatto: fare la mamma, in queste condizioni, avrebbe significato condannare il bambino a una vita di stenti.

I documenti smarriti e la gravidanza

Michael, a un certo punto, è scoppiato a piangere, ammettendo di sentirsi in colpa per aver portato la fidanzata in Germania. L'inviata de Le Iene, Roberta, li ha, però, rassicurati, dicendo loro che il lavoro, in effetti, c'era, e che è stato il lockdown a complicare la situazione. Nel corso della gravidanza, Michael le ha anche acquistato pupazzi e ha soddisfatto tutte le sue voglie alimentari. "Ed effettivamente nella loro tenda ci sono anche i pupazzi che lui le ha portato mentre era incinta" ha detto la Rei "e anche se all'inizio loro non volevano assolutamente farci entrare, in realtà quel che colpisce è l'ordine".

"Orgogliosi, con le idee chiare su quello che vogliono e sulla loro condizione, preferiscono non coinvolgere la famiglia in questa ultima scelta, però ci pensa la stampa a farglielo sapere" ha detto la Rei, riferendosi alle notizie pubblicate sui Giornali. La stampa ha pubblicato il suo nome, le sue generalità e il luogo in cui viveva, e ha fatto anche allusioni sul fatto che consumassero stupefacenti. "La sera fumiamo una c***a, beviamo due birre per addormentarci in tenda, prima ha fatto freddo da morire" si è giustificato Michael.

La coppia potrebbe, però, chiamare di nuovo casa e cercare altri lavori. "Voi siete giovanissimi, un futuro lo vedete?" ha chiesto la Rei. I ragazzi hanno detto di avere anche delle possibilità lavorative, ma che attualmente non hanno ancora i documenti. "Nonostante gli aiuti, quindi, non possiamo ancora cavarcela da soli" ha detto Michael.

Il futuro di Sabrina e Michael

Appena avranno i documenti, hanno promesso, chiameranno subito le persone che gli hanno offerto il lavoro e cercheranno di dare una svolta alla loro vita. "Sembra che non vedano l'ora di rimettersi in sesto e di ricominciare con le loro forze" ha detto la Rei. Dopo la notizia, in effetti, i due hanno già ricevuto degli aiuti. Ora serve, però, solo la carta d'identità. Roberta Rei ha voluto, pertanto, aiutarli a ottenere i documenti. Li ha portati dal parrucchiere, poi gli ha comprato i vestiti, e poi...

...e poi, hanno portato lui a fare una prova da aiutante pizzaiolo. La prova è andata bene, e Michael è stato assunto per lavorare in pizzeria. "E anche questa è fatta: può capitare di fare scelte sbagliate, in cui tutto ti sfugge di mano, da cui è difficile tornare indietro. Ma è anche vero che tutti si meritano una seconda occasione" ha detto la Rei. E loro, finalmente, grazie a Le Iene, una seconda occasione l'hanno avuta.

LEGGI ANCHE>>>Striscia la Notizia, Luca Abete mostra l'offerta di lavoro più assurda di tutte: il servizio dell'inviato (finito molto male!)