sabato, Febbraio 4, 2023
HomeCronaca e PoliticaUltras del Napoli, disordini anche a Genova: cosa ha trovato la Polizia...

Ultras del Napoli, disordini anche a Genova: cosa ha trovato la Polizia in una macchina

La domenica di campionato è stata sporcata dagli scontri tra tifosi della Roma e del Napoli in Autostrada. Tuttavia gli ultras partenopei hanno creato disordini anche a Genova, forzando un posto di blocco. Vediamo cos'è successo.

Intorno alle 14, ha cominiciato a diffondersi la notizia di scontri tra tifosi nel tratto aretino dell'Autostrada A1. Poco dopo si è scoperto che si trattava di ultras romanisti e napoletani. La Roma ieri alle 20:45 era impegnata a Milano contro il Milan, mentre il Napoli era di scena a Genova contro la Sampdoria alle 18. Non è chiaro se le tifoserie si siano date appuntamento o se l'incontro sia stato casuale. Sta di fatto che per circa 30 minuti un gruppo di circa 300 persone ha generato caos in una stazione di servizio.

Stazione di servizio dove nel 2007 morì Gabriele Sandri, ultras laziale, sparato da un poliziotto. Dopo un fitto lancio di oggetti e di fumogeni, oltre a qualche scontro fisico, la Polizia ha diviso gli ultras e riportato la calma. Il bilancio non è grave: oltre a vari contusi, c'è un solo ferito, un tifoso romanista che ha subito una coltellata e si è recato autonomamente all'ospedale. In queste ore gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire l'accaduto e stabilire quante persone dovranno rispondere davanti alla legge per quanto successo ieri pomeriggio.

Ultras del Napoli a Genova

Solo un piccolo numero dei protagonisti degli scontri è stato fermato dalla Polizia a Badia del Pino. La stragrande maggioranza di loro ha potuto proseguire il proprio viaggio, in direzione Milano o Genova. Proprio nel capoluogo ligure, stando a quanto scrive l'Ansa, ci sono stati altri disordini da parte degli ultras napoletani. Una macchina su cui viaggiavano quattro giovani, di età compresa tra i 21 e i 27 anni, è stata fermata dalla Polizia durante un posto di blocco a Genova Nervi. Il conducente, però, ha forzato il blocco della Polizia ed è fuggito via.

Dopo un breve inseguimento, le forze dell'ordine sono riuscite a tagliare la strada ai criminali. Dai controlli dei poliziotti, è emerso che nel bagagliaio ci fossero tre spranghe, con ogni probabilità utilizzate durante gli scontri sull'A1. Il conducente ha ammesso che erano di sua proprietà e per questo è stato denunciato. Si aggrava, dunque, la posizione di alcuni dei partecipanti agli scontri e sono in molti ad invocare la tolleranza zero.

LEGGI ANCHE: Scontri tra tifosi di Roma e Napoli nell'Autogrill dove morì Gabriele Sandri: il video