venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeCronaca e PoliticaStriscia la Notizia, animali muoiono di fame nella provincia di Roma, ma...

Striscia la Notizia, animali muoiono di fame nella provincia di Roma, ma non tutto è perduto: il servizio di Riccardo Trombetta

L'inviato di Striscia la Notizia Riccardo Trombetta è tornato nella provincia di Roma per parlare di un caso molto importante

I fan di Striscia la Notizia avranno sicuramente gioito quando, nella puntata di ieri sera, hanno visto finalmente Enzo Iacchetti in carne ed ossa nello studio del programma Mediaset. Dopo un'assenza lunga settimane, durante le quali il conduttore si è collegato da remoto, Iacchetti è finalmente tornato in studio con l'amico e collega Ezio Greggio. I due hanno, come al solito, introdotto i vari, interessantissimi servizi realizzati dagli inviati del tg satirico ideato da Antonio Ricci.

Tra questi, uno dei servizi più interessanti è sicuramente quello realizzato da Riccardo Trombetta. L'autore, produttore e conduttore televisivo romano è tra gli inviati più amati e conosciuti del programma. Con la sua caratteristica trombetta, l'inviato realizza inchieste, nella provincia di Roma e non solo, che fanno luce su diversi problemi che, altrimenti, non avrebbero lo spazio che meritano in televisione.

Striscia la Notizia: il servizio di Riccardo Trombetta

Nel servizio trasmesso ieri sera, Riccardo Trombetta è tornato nella provincia di Roma, e in particolare nella bella località di mare di Santa Marinella. Lì, qualche mese fa, l'inviato aveva segnalato la presenza di animali come mucche e cavalli abbandonati e che rischiavano di morire di fame. Gli animali si trovavano a Prato Cipolloso, in un terreno che, sfortunatamente, era lasciato a sé stesso. Sempre più animali morivano di fame perché non potevano procacciarsi da soli il mangiare. Nell'immagine qui sotto potete vedere le condizioni disastrose in cui uno di questi animali versava.

Magrissimi e sofferenti, gli animali di Prato Cipolloso avrebbero potuto fare veramente una brutta fine. Fortunatamente, però, non è successo. Ai tempi della realizzazione del primo servizio, nel mese di ottobre scorso, il sindaco di Santa Marinella aveva promesso di contattare la Regione Lazio per far cambiare la situazione. Fortunatamente, adesso ci sono delle belle novità.

"Possiamo dire che qualche volta, anche grazie a Striscia la Notizia, si sono risolti i problemi" ha dichiarato il sindaco Pietro Tidei. "Perché da quella volta io, come avevo promesso, ho scritto una lettera alla Regione, una consigliera regionale ha presentato un emendamento e la Regione Lazio ha stanziato 300.000 euro, quanti erano stati chiesti, per acquistare il fieno" ha spiegato. Fortunatamente, adesso ci sono i soldi per acquistare il foraggio e per prendersi cura degli animali e per non farli morire più di fame.

LEGGI ANCHE>>>Striscia la Notizia, a Napoli c'è un palazzetto dello Sport 'fantasma': Luca Abete mostra le sue assurde condizioni