venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeSpettacoloVerissimo, Valentina Persia commuove Silvia Toffanin: "Non sapevo abbracciare: ecco perché e...

Verissimo, Valentina Persia commuove Silvia Toffanin: "Non sapevo abbracciare: ecco perché e come ho imparato"

Nella puntata odierna di Verissimo, Silvia Toffanin ha intervistato anche la comica e attrice romana Valentina Persia

La puntata odierna di Verissimo, programma in onda ogni settimana su Canale 5, il sabato e la domenica, è stata ricca di ospiti. Silvia Toffanin ha intervistato personalità del mondo dello sport, come Andrew Howe, della musica, come Antonino Spadaccino, e dello spettacolo, come l'ex concorrente del GfVip Luca Salatino. Tra i vari ospiti c'è stata anche la brava attrice e comica romana Valentina Persia, nota per la sua partecipazione al celebre show di Canale 5 La sai l'ultima? e, più recentemente, come concorrente di Tale e Quale Show.

"Un'attrice comica, una mamma che ha conquistato tutto quello che la vita le ha dato con fatica ma anche con grande forza" l'ha presentata Silvia Toffanin, dandole della leonessa. Dopo il video di presentazione, che ha rivelato come la comica, originariamente, volesse diventare una ballerina classica, la Persia ha parlato prima di tutto dei suoi figli, Lorenzo e Carlotta. "Dico sempre lo spettacolo più bello, per una mamma: tu sai bene di cosa parlo" ha dichiarato la Persia.

Verissimo: l'intervista a Valentina Persia

L'attrice romana, che ha vissuto a L'Aquila, ha, poi, parlato della sua infanzia. "Da bambina ero una peperina: quella stessa bambina che è rimasta dentro di me ancora oggi a 51 anni. Non troppo coccolata, perché nasco in una famiglia con quattro fratelli maschi, quindi ero una bambina che voleva fare quello che facevano i maschi: giocare a pallone, sbucciarsi le ginocchia nel suo piccolo paesino nella provincia dell'Aquila. Mia mamma voleva fortemente una femmina che potesse essere veramente femmina, una bambolina, ma io non gliel'ho mai data vinta. Amavo molto poco le paillettes [...] ero più maschiaccia, non come ora, che ho grande femminilità" ha dichiarato la Persia.

Crescendo, inoltre, l'attrice è diventata più coccolona. "Ho imparato ad essere più coccolona, rispetto a quanto io sono stata poco coccolata, per mancanza però di quegli abbracci che neanche mia mamma ha ricevuto. Io, però, ero investita di abbracci fatti di fettuccine, di ravioli e di lasagne. Quella rimane la mia formula di abbraccio, anche nelle amicizia" ha rivelato.

Però, con i suoi figli si è dovuta reinventare. "Perché capisco che gli abbracci, invece, fortificano il bambino, lo rendono più sicuro. E non è vero, come dice il detto, che i bambini vanno baciati quando dormono. I bambini vanno baciati spesso, anche se non sono abituati, bisogna saperlo fare" ha spiegato la Persia.

Il racconto dell'amore perduto

Valentina Persia ha, poi, parlato di Salvo, il fidanzato che è morto nel 2004 per una cardiopatia congenita. L'attrice ha definito quel momento estremamente doloroso, ma si è detta felice comunque, per averlo incontrato. "Auguro comunque a tutte le persone che sono in studio e che ci seguono a casa di avere tanta fortuna come l'ho avuta io, perché con lui ho imparato ad amare" ha detto la Persia, spiegando che, nonostante tutto, l'uomo le sta sempre vicino. "Mi ha promesso che ci sarebbe stato e continua a seguirmi: se sono una persona che continua a sorridere è perché gliel'ho promesso".

Ora, Valentina Persia è una mamma single. La donna ha avuto i due figli attraverso la fecondazione in vitro ed è una mamma innamoratissima. "Credo che si diventi genitore quando lo si sente nel cuore, prima che nella pancia e nell'utero: è una cosa che ho voluto, ho lottato per averla e quando ci sono riuscita ho completato il cerchio della mia vita, ed è un cerchio meraviglioso, un bel girotondo" ha concluso.

LEGGI ANCHE>>>Verissimo, la confessione di Andrew Howe in diretta da Silvia Toffanin colpisce tutti: "È finita"