venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeSpettacoloHarry e Meghan confessano: "Nessuno ci ha aiutati", la scelta per il...

Harry e Meghan confessano: "Nessuno ci ha aiutati", la scelta per il piccolo Archie

Harry e Meghan raccontano le difficoltà di diventare genitori nella famiglia reale: "Abbiamo scelto lei per il bene di Archie".

Nel documentario di Netflix più volte l'ex duchessa di Sussex ha ringraziato la produzione e la redazione della piattaforma streaming per poter dar loro la possibilità di raccontarsi senza filtri. Prima di allora la donna ha raccontato che conosceva già tutte le domante e le risposte da rilasciare alle interviste: tutto era controllato dal sistema e dalla Royal Rota. Questa volta, senza filtri, hanno raccontato non solo eventi rimasti fin ora inediti come il loro primo appuntamento e la proposta di matrimonio ma anche alcuni segreti che, a detta dei membri della famiglia reale, dovevano restare nelle mura del palazzo.

Diventare genitori è stato una vera e propria sfida per la coppia, soprattutto per Meghan che era continuamente messa a paragone con la sua cognata Kate Middleton. La pressione della nascita del primo figlio ha spaventato talmente tanto la neomamma che con il marito hanno preso la decisione di interrompere la tradizione delle foto sulle scale dell'ospedale. Scelta molto criticata dai media che hanno reagito negativamente.

Harry e Meghan raccontano i primi mesi di genitorialità: "Nessuno ci ha aiutato"

Tornati dall'ospedale, per un mese c'è stata la mamma di Meghan ad aiutarli con il piccolo Archie e non solo Doria Ragland racconta che sua figlia si sentiva sempre inadeguata. Meghan, stando al racconto della madre, si sentiva come se Archie non fosse suo figlio ma dell'istituzione: questo pensiero era anche scaturito dai continui commenti della stampa. Quando la mamma è andata via i due confessano di non aver avuto nessun aiuto da parte della famiglia non solo per difendersi dai continui attacchi ma anche nella gestione del neonato.

Lorren Khumalo, racconta di aver ricevuto una telefonata: "Mi dissero che Harry e Meghan volevano me come tata del piccolo Archie". La scelta della tata non è stata per nulla casuale. La donna ha origini africane e i duchi volevano che il bambino conoscesse, sin dai primi momenti la sua cultura. La tata racconta di non aver mai visto la coppia come un'istituzione ma come una semplice coppia di genitori. Una volta chiese se poteva legare a sé il bambino proprio come sono soliti fare in Zimbabwe.

"Certo, facciamolo!", racconta Meghan ricordando quel momento in cui ha visto il suo piccolo immergersi nella sua cultura. "Archie era aggrappato a Lorren mezzo addormentato ed era bellissimo", racconta Harry e Meghan aggiunge: "Si è presa cura non solo di Archi ma anche di noi, di me sicuramente".

LEGGI ANCHE:Perché Kate Middleton e il principe William hanno scelto proprio Maria Borrallo come tata dei loro figli