Sport, non esiste solo il calcio! Dopo la delusione di Qatar '22 arrivano le dichiarazioni del presidente del CONI

Sport, il presidente del CONI Malagò parla dell'anno d'oro dello sport italiano. Grande assente la nazionale di Roberto Mancini!

Gianmarco Tamberi, Marcell Jacobs, gli azzurri di Roberto Mancini, Matteo Berrettini. Ma anche Bebe Vio e la consacrazione di giovani stelle mondiali, da Lorenzo Musetti a Jannik Sinner. Per lo sport italiano il 2021 è stato senza alcun dubbio un anno magico. Dal calcio all'atletica, passando per gli sport paraolimpici fino alla pallavolo e al tennis, l'Italia è stata investita da una pioggia di medaglie d'oro senza precedenti nella sua storia. Tutto il mondo dello sport tricolore, rappresentato in sede ufficiale dal CONI, ha esultato per i successi conquistati, motivo di vanto e orgoglio per il lavoro svolto finora.

Era un periodo estremamente duro quello da cui l'Italia cercava di riprendersi nel corso del 2021. Il nostro paese, come del resto tutto il mondo, cominciava a riaffacciarsi lentamente ad una vita pseudo-normale dopo le restrizioni causate dalla pandemia da Covid-19 nell'anno precedente. La situazione non era di certo risolta, eppure qualcosa cominciava a muoversi. C'era bisogno di una scossa, di qualcosa che facesse tornare il paese a stringersi intorno a momenti di pura gioia ed emozione. Niente come lo sport poteva assolvere a questo arduo compito. È in questo senso che le incredibili vittorie del 2021 divennero un vero e proprio caso mediatico per l'Italia. Eppure oggi Malagò ha offerto una prospettiva diversa.

Coni, il Presidente Malagò: "Il 2021 è niente in confronto al 2022!"

Quei giorni rappresentarono dunque un vero e proprio rilancio per l'intero paese, ben al di là del solo lato sportivo. L'Italia raggiunse il punto più alto del mondo in praticamente tutte le discipline possibili, riportando entusiasmo e voglia di festeggiare alla cittadinanza. Un momento altissimo, che sembrava potesse rappresentare un'unicum nella storia sportiva del nostro paese. Ed invece, nel 2022 non solo si è bissato questo successo, ma l'Italia è riuscita addirittura a spostare ancora più su l'asticella dei suoi traguardi.

"Nel 2021 abbiamo fatto un miracolo. Sembrava impossibile ripetersi ed invece siamo ancora lì". Queste le parole del presidente del CONI Giovanni Malagò, pronunciate stamattina in occasione della cerimonia di consegna dei Collari d'Oro del Coni: "In Italia mai vinti così tanti titoli mondiali in discipline sia singole che di squadra". Superato, dunque, anche il record dell'anno magico del 2021, quando eravamo primi in Europa e secondi solo rispetto agli Stati Uniti al mondo. Quest'anno, in verità, l'Australia ci ha superato, "ma solo perché vincere una medaglia in Oceania è oggettivamente più semplice".

Insomma, continua il periodo di grazia per lo sport del nostro paese. Notizia bellissima per tutti gli appassionati del tricolore. Nonostante l'Italia non parteciperà ai Mondiali di calcio in Qatar previsti tra una settimana, dunque, il nostro sport sta vivendo comunque un periodo estremamente florido. Forse tutto questo servirà a capire che non esiste solo il calcio e, allargando lo sguardo, è possibile ritrovare risorse ed eccellenze in altri campi, spesso sottovalutati.

LEGGI ANCHE >>>> Mondiali Qatar, è ufficiale: l'Italia ci sarà in ogni caso! Scopriamo in che veste il nostro paese parteciperà al torneo