Virna Lisi 'smascherata' da Isabella Ferrari nello studio di Serena Bortone: "Vi dico io chi era davvero"

Virna Lisi è stata protagonista della puntata odierna di Oggi è un altro giorno: ecco cos'ha detto di lei Isabella Ferrari, nello studio di Serena Bortone.

"Un grande simbolo italiano nel mondo", così ha definito Serena Bortone la grande attrice che ha omaggiato nella puntata odierna di Oggi è un altro giorno: Virna Lisi. La donna è stata ricordata dalla timoniera del talk show, coadiuvata dal figlio della grande interprete Corrado Pesci e dalla compagna di lui, Veronica Bova. La Lisi oggi avrebbe compiuto 86 anni. È scomparsa ormai quasi un decennio fa, eppure nessuno l'ha mai dimenticata. Tanto meno coloro che hanno avuto il piacere di lavorare con lei, tra cui Ornella Vanoni e Isabella Ferrari.

In merito al rapporto con Ornella, Corrado ha raccontato che quest'ultima e sua madre: "erano amiche, si sono conosciute grazie a Giorgio Strehler al Teatro Piccolo di Milano. La Vanoni, infatti, faceva la cantante durante gli intermezzi degli spettacoli". La nuora di Virna, invece, non ha potuto fare a meno di raccontare come fosse con lei: "Era una donna molto diretta e sincera. All'inizio è stata dura ed esigente dato che Corrado era figlio unico. Poi con le suocere non si entra in competizione, giusto? Anche perché nel suo caso era impossibile". D'altra parte, una bellezza come quella della Lisi difficilmente la si riscontra in altre donne. Ma cos'ha detto Isabella Ferrari di lei?

"Ero molto intimorita da lei", Isabella Ferrari rompe il silenzio su Virna Lisi

Isabella Ferrari e Virna Lisi hanno avuto occasione di lavorare insieme nel film Sapore di mare. All'epoca, la Ferrari aveva solo 17 anni, essendo quella di Vanzina la prima pellicola mai girata da lei. Proprio su quest'esperienza l'attrice si è pronunciata non mancando di fare un omaggio alla grande diva e buttando giù la maschera di femme fatale che quest'ultima si è sempre portata. Ecco con quali parole l'ha ricordata.

"La mia prima scena con Virna è stata al secondo giorno di set. Dopo il primo giorno, arrivare sul set, avere a che fare con le battute, con la paura di recitare e stare contemporaneamente davanti a un mostro sacro, di una bellezza incredibile... Ero molto intimorita. Non dimenticherò la paura che avevo di lei da un lato e il suo sorriso, dall'altro. Insomma, si percepiva il suo desiderio di mettermi a mio agio. Avrei voluto godermela di più ma mi è rimasta sempre impressa la naturalezza con cui portava le battute. Per me, che non avevo mai fatto recitazione è stato d'impatto e di aiuto". In definitiva, la Lisi si è confermata una grande donna oltre che una grande attrice.

LEGGI ANCHE: Can Yaman e Francesca Chillemi: "Passeremo l'estate insieme", dopo il litigio arriva l'annuncio che tutti stavano aspettando