Tennis, Sinner sempre più top player lanciato verso la cima della classifica: esordio all'ATP di Vienna

tennis sinner

Tennis, Sinner in rampa di lancio verso la cima delle classifiche. Ecco com'è andato il suo esordio nell'ATP di Vienna.

In attesa del prossimo Grande Slam, continua senza sosta la stagione del tennis mondiale. Si è appena conclusa infatti la Tennis Napoli Cup 250, andata in scena dal 18 al 23 ottobre. Chiusura, quella della competizione napoletana, in realtà non senza polemiche, esplose a causa della situazione umidità che ha reso troppo spesso impraticabile il campo centrale. Nel corso della finale tutta italiana tra Mauro Berrettini e Lorenzo Musetti, vinta da quest'ultimo, l'ex finalista di Wimbledon ha anche accusato una fitta al piede. Infortunio che lo terrà lontano dal prossimo torneo appena partito: l'ATP 500 di Vienna.

Possibile protagonista nella capitale austriaca sarà invece Jannick Sinner, il tennista classe 2001 che ha subito imparato a farsi conoscere e rispettare tanto nella scena del tennis italiano, che in quella mondiale. Il mese scorso Sinner, con i suoi 3200 punti all'attivo, è infatti rientrato nei primi dieci del ranking ATP, superando di 5 punti il polacco Hubert Hurkacz. In realtà l'altoatesino deve ringraziare il connazionale Lorenzo Sonego, che nell'ATP 250 di Metz ha battuto proprio Hurkacz impedendogli così di scavalcare l'amico e compagno. Forte di questo suo posizionamento nei primi dieci giocatori al mondo, Sinner si presenta a Vienna per testare tutto il suo potenziale, sotto gli occhi di tutti gli appassionati di questo sport.

Tennis, Sinner debutta nell'ATP di Vienna per dimostrare di essere un top player

Jannick ha infatti bisogno adesso di inanellare una serie di vittorie che gli permettano di dimostrare che quello che sta facendo non è frutto del caso. Riconfermarsi a certi livelli è probabilmente la parte più difficile nella carriera di un atleta professionista. Il giovane tennista italiano lo sa bene e proprio per questo per lui l'ATP 500 di Vienna rappresenta un banco di prova estremamente importante. Tante aspettative su di lui, dunque, che sembra però intenzionato a non deluderle. Nella gara d'esordio contro il il cileno Cristian Garin, l'altoatesino si è infatti imposto per due set a zero, 6-3, 6-2.

Il match - il primo tra i due atleti - è durato pochissimo: meno di un'ora e un quarto. Dopo un avvio un po' tirato da parte di Sinner, la promessa del tennis italiano ha poi scaricato la tensione, sciogliendosi ed iniziando a carburare. Da quel momento in poi non c'è mai stata davvero partita, come d'altronde suggeriscono gli stessi parziali.
Secondo turno ora in programma per giovedì, quando Sinner incontrerà l'argentino Francisco Cerundolo. In quest'occasione, il giovane altoatesino avrà la possibilità di riscattarsi dopo la sconfitta ai quarti di finale dell'ATP di Miami.
Occhi puntati per Jannick e il suo percorso nel torneo. Al di là dei risultati, però, il talento che lo ha spinto nei primi 10 al mondo fa di lui già da adesso un vero e proprio top player.

 

LEGGI ANCHE >>>> Tennis, dopo Napoli Matteo Berrettini è pronto a una sfida ancora più importante: ecco quale